e-Gov

LINE, il concorrente gratuito di WhatsApp sbarca in Italia

Ieri a Milano si è tenuta la presentazione italiana di LINE, un'applicazione di instant messaging e chiamate gratuite che punta a sostituire WhatsApp e le altre app concorrenti negli smartphone degli utenti.

LINE si presenta come una normale applicazione che permette di mandare messaggi gratuiti, con l'immancabile raccolta di emoticon (chiamati sticker, o adesivi) simpatiche e dallo stile tipicamente orientale, ispirate chiaramente ai manga e agli anime giapponesi.

LINE integra le tipiche funzioni dei programmi d'instant messaging

Tuttavia il software presenta diverse caratteristiche inedite rispetto alle soluzioni della concorrenza, come un diario in cui pubblicare foto, video o anche solamente pensieri, la possibilità di seguire alcuni profili pubblici legati a celebrità, marchi e aziende famose e una piattaforma che permette di scaricare giochi e sfidare i propri amici. Non manca un'applicazione fotografica che consente di sovrapporre i protagonisti degli sticker negli scatti e nelle foto archiviate sullo smartphone.

Sunny Kim, vicepresidente senior di LINE Euro – America, ha sottolineato l'aspetto d'integrare moltepelici funzioni più volte nel corso della presentazione. "Line non è solo un'applicazione che permette di mandare messaggi ed effettuare chiamate gratuite, ma una vera e propria piattaforma di comunicazione che unisce la semplicità di utilizzo alla capacità di intrattenere e divertire gli utenti",

Secondo Kim questi dettagli, insieme a un aspetto dinamico facilmente personalizzabile hanno persmesso di decretare il successo mondiale di LINE, che oggi può contare su 230 milioni di utenti in tutto il mondo, con un volume di 7 miliardi di messaggi inviati ogni giorno.

In Europa l'azienda è già attiva sul mercato spagnolo, con una serie di sticker dedicati ai campioni del calcio iberico e ai personaggi dei cartoni più popolari in Spagna. In Italia LINE punterà sulla cantante Emma Marrone, per la gioia dei suoi fan e la disperazione di chi non sopporta la campionessa di Amici.

Due delle nuove faccine che accompagneranno il debutto italiano di LINE – Clicca per ingrandire

Non mancheranno inoltre adesivi personalizzati che mimano alcuni dei gesti tipici compiuti ogni giorno dai cittadini italiani, come quelli che facciamo quando vogliamo dire chiaramente che non c'interessa una cosa o per invitare una persona a farsi gli "affari propri". Una presa in giro velata al nostro modo di gesticolare che tuttavia ci ha strappato più di un sorriso durante l'evento, inutile negarlo.

LINE è disponibile gratuitamente su AppStore, Google Play, Windows Phone Store e sull'Appworld di Blackberry, ma anche su PC e Mac cliccando sul sito web ufficiale. L'applicazione è gratuita perché il principale modello di business perseguito dall'azienda è quello degli acquisti in app. Gli utenti possono infatti acquistare a pagamento nuovi sticker, giochi e molto altri contenuti accessori.

L'idea, a giudicare dai conti di LINE, funziona. Si parla infatti di un fatturato di 9,77 miliardi di yen (più di 73 milioni di euro) nel secondo trimestre del 2013. Sarà sufficiente proporsi gratuitamente sul mercato per convincere gli abitudinari italiani a cambiare applicazione di instant messaging?