Spazio e Scienze

L’intelligenza artificiale straccia gli umani a Dota 2

A Dota 2, un complesso videogioco strategico, l'A Team ha battuto cinque squadre di appassionati, compresa una formata da dipendenti Valve. La notizia è che l'A Team in questione non è composto da Hannibal, Sberla e P. E. Baracus, ma da cinque intelligenze artificiali sviluppate da OpenAI, un'azienda non profit finanziata tra gli altri anche da Elon Musk.

È la prima volta che si riesce a ottenere un risultato del genere, ossia a far collaborare diverse intelligenze artificiali per raggiungere un obiettivo comune, in questo caso appunto sconfiggere dei team umani in un gioco che ha come obiettivo principale il cosiddetto "capture the flag" ossia la conquista della base avversaria. I team sono composti da personaggi diversi con abilità, caratteristiche e punti deboli differenti, che devono collaborare tra loro al fine di essere il più efficaci possibile. Non si tratta certo di un gioco complesso come il Go o gli scacchi, ma la pianificazione strategica iniziale e la capacità di collaborare dinamicamente per risolvere problemi sono fondamentali a Dota 2.

openai dota

‎OpenAI Five, questo il nome interno dell'A Team, è costituito da cinque reti di tipo LSTM (Long Short Time Memory) un tipo di rete neurale ricorsiva in grado di "ricordare" alcuni valori per una certa quantità di tempo arbitraria. Le reti sono poi addestrate e fatte evolvere tramite un sistema di ricompense che incentiva il loro auto-miglioramento, basate sulle statistiche di Dota 2.‎

‎In realtà le cinque IA non comunicano direttamente tra loro ma sono coordinate da una sorta di "spirito di squadra" che, analizza in tempo reale la situazione e determina quanta priorità accordare agli obiettivi di ciascun giocatore anziché a quelli di gruppo. Le IA si addestrano riproducendo ogni giorno l'equivalente di 180 anni di gioco, di cui l'80 % contro se stesse e il 20 % contro i se stessi passati, su un sistema distribuito di 256 schede grafiche Nvidia Telsa P100 e 128.000 core.

Secondo gli sviluppatori realizzare IA in grado di collaborare tra di loro è fondamentale e potrà essere d'aiuto in diversi ambiti, alleandosi ad esempio per sconfiggere i competitor nel trading online, oppure cooperare con gli esseri umani per migliorarne le abilità. Tuttavia… intelligenze artificiali in grado di collaborare, applicando sul campo di battaglia, strategie migliori di quelle escogitate dagli esseri umani. A pensarci bene è un po' inquietante, no?


Tom's Consiglia

Per comprendere l'impatto che da qui a breve l'intelligenza artificiale avrà sulle nostre vite, un buon punto di partenza è leggere Intelligenza Artificiale – Guida al Futuro Prossimo