Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

L’invasore alieno è fra noi, troviamolo!

Casa mia è sotto attacco: da mesi un folto esercito di cimici cerca di entrare in casa da ogni pertugio, sopravvivendo anche alle rigide temperature invernali, al contrario degli omonimi insetti nostrani che mal tolleravano le basse temperature. Ho cercato di rispondere alle domande di mia figlia sugli "invasori" spiegandole che abbiamo a che fare […]
rubrica bimbi

Casa mia è sotto attacco: da mesi un folto esercito di cimici cerca di entrare in casa da ogni pertugio, sopravvivendo anche alle rigide temperature invernali, al contrario degli omonimi insetti nostrani che mal tolleravano le basse temperature. Ho cercato di rispondere alle domande di mia figlia sugli "invasori" spiegandole che abbiamo a che fare con una specie che arriva da paesi lontani, ma il concetto per una bimba di 7 anni è un po' difficile da capire.

Eppure un modo c'è per far sì che i piccoli si interessino a capire fenomeni che avvengono sotto il loro naso. L'idea semplice ma efficace è venuta in mente a Piero Genovesi e Sandro Natalini, il primo zoologo all'Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale (Ispra), il secondo illustratore e coautore a cui dobbiamo non solo le bellissime immagini, ma il tocco ironico che caratterizza Per un pugno di ghiande.

81VUopJeAWL

L'idea è ottima perché ha una duplice validità. Partendo dal presupposto che con la globalizzazione sono arrivate a casa nostra specie che un tempo non c'erano, spiega quali sono i danni che possono apportare al nostro ambiente e agli animali autoctoni e come difenderli. In secondo luogo, raccontando le principali caratteristiche degli "invasori", fa capire ai piccoli come individuarli e che cosa fare per non avere sgradite sorprese, come eruzioni cutanee, punture e via discorrendo.

Il primo scoglio da superare però è quello che riguarda la globalizzazione e l'invasore: due concetti difficili da comprendere per un lettore in erba, a meno che non si faccia appello alla sua fantasia. Ecco che quindi arrivano gli alieni, che non sono omini verdi ma insetti o piante.

Compreso questo, il resto del libro è un viaggio alla scoperta degli invasori, con la sorpresa che nella maggior parte dei casi si ritrovano piante o insetti che popolano anche il giardino di casa o quelli pubblici, come il panace, la coccinella arlecchino, le nutrie o lo scoiattolo grigio.

IMG 20180518 121611

Per i bambini è una lettura divertente per diversi motivi. Innanzi tutto non c'è un percorso obbligato di lettura: a ciascuna specie invasiva (animale o vegetale) sono dedicate tre pagine di testo conciso e arioso, corredato da illustrazioni esplicative sulla provenienza, l'aspetto e l'habitat. Le informazioni sono stringate ma interessanti: da dove arriva, com'è giunto in Italia, quali problemi crea. Un box finale regala sempre tre pillole di curiosità. Approfittando della bella stagione i bambini possono usare il libro per individuare le specie che avvistano nel quotidiano.

Nell'ultima parte del libro poi ci sono delle interessanti schede che riassumono le caratteristiche di alcune specie particolarmente invasive ma non importate da altri paesi, come per esempio i ratti e le formiche, e dei metodi per tenerli fuori dalle nostre case.

IMG 20180518 121925

Nel complesso ho trovato "Per un pugno di ghiande" di Editoriale Scienza un libro originale e ben fatto che si presta nella stagione estiva come aiuto per comprendere ciò che ci circonda. Mia figlia lo sta usando come manuale per l'investigatore e passa del gran tempo in giardino a caccia di alieni!


Tom's Consiglia

Se preferite un libro sul Mare, l'omonimo titolo di Editoriale Scienza è un'ottima scelta!