lotteria degli scontrini

Lotteria degli scontrini, cos’è e come funziona

La recente Legge di Bilancio 2020 introduce una serie di novità, ma tra queste spicca la cosiddetta “Lotteria degli Scontrini”, un’iniziativa fortemente voluta dal Governo per contrastare con più forza legislativa l’evasione fiscale. In altre parole, si tratta di un’idea che permetterà da un lato di diffondere quanto più possibile il registratore elettronico e dall’altro lato di educare quanto più possibile i consumatori sul tema della ricevuta.

In questo articolo abbiamo riassunto tutte le novità e tutti i punti salienti della Lotteria degli Scontrini, così che possiate conoscere cos’è e come funziona. Prima di passare alle varie argomentazioni, vi segnaliamo che l’articolo in questione sarà costantemente aggiornato.

Cos’è la Lotteria degli Scontrini?

La Lotteria degli Scontrini è una lotteria (nazionale e completamente gratuita) che prevede estrazioni e premi mensili ed annuali. La data di partenza sarà prevista per il primo luglio 2020, mentre la prima estrazione per il prossimo 7 agosto 2020. Dal prossimo anno, invece, saranno anche disponibili le estrazioni settimanali.

Perché la data non è stata ancora ufficializzata? In realtà le date di partenza e di prima estrazione erano confermate da tempo ma, con la recente pandemia che ha colpito il nostro sistema economico e nazionale, il recente “Decreto Rilancio” prevede uno slittamento della suddetta lotteria al mese di gennaio 2021. Spetterà ai tecnici del Ministero dell’Economia valutare l’effettiva data di inizio.

Normalmente le estrazioni mensili avverranno ogni secondo giovedì del mese, tuttavia la prima si terrà eccezionalmente venerdì 7 agosto 2020, come già specificato. La prima estrazione sarà effettuata fra tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° al 31 luglio 2020 entro le ore 23:59.

Possono partecipare alla lotteria in questione tutte le persone fisiche maggiorenni, residenti in Italia, che siano in possesso del cosiddetto “Codice Lotteria”. Per ottenere il codice sarà necessario iscriversi al portale della Lotteria Scontrini dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, seguendo le scrupolose istruzioni. Oltre al codice, sarà erogato anche un QR Code.

Come funziona la lotteria?

La lotteria è collegata ai normali acquisti (sia con pagamenti in contanti sia con quelli elettronici) effettuati da un consumatore. Di conseguenza, lo scontrino fiscale produrrà gratuitamente uno o più “biglietti virtuali”, che permetteranno di partecipare alle estrazioni “ordinarie” ed alle estrazioni “zerocontanti”. I pagamenti in contanti consentono di partecipare alle estrazioni ordinarie, mentre i pagamenti elettronici permettono di prendere parte sia alle estrazioni “ordinarie” che quelle “zerocontanti”.

Per partecipare alla lotteria sarà necessario mostrare il codice lotteria al negoziante, al momento dell’acquisto di un bene o servizio. Il negoziante successivamente assocerà il codice allo scontrino fiscale, rendendolo appunto un biglietto della lotteria. Ciascun scontrino genererà un numero di biglietti per ogni euro pagato, fino ad un massimo di mille biglietti, con arrotondamento all’unità di euro se la cifra decimale è superiore a 49 centesimi. In altre parole, più alto sarà l’importo speso, maggiore sarà il numero di biglietti e, di conseguenza, crescerà proporzionalmente la possibilità di vittoria.

Tipo Estrazione annuale Estrazioni mensili Estrazioni settimanali
(dal 2021)
Ordinaria 1 premio da 1.000.000 € 3 premi da 30.000 € 7 premi da 5.000 €
Zerocontanti

1 premio da 5.000.000€
(per i consumatori)
1 premio da 1.000.000€
(per l’esercente)

10 premi da 100.000€
(per i consumatori)
10 premi da 20.000€
(per l’esercente)

15 premi da 25.000€
(per i consumatori)
15 premi da 5.000€
(per l’esercente)

Ecco un esempio pratico affinché possiate comprendere il meccanismo della lotteria. Acquistando un televisore dal valore commerciale di 2000 euro, un consumatore potrà ottenere 1000 biglietti virtuali se associa il suo codice lotteria allo scontrino fiscale.

Quali sono gli acquisti che non consentono di partecipare alla lotteria?

Come specificato dal Decreto di Bilancio 2020, non tutti gli acquisti permettono di partecipare alla Lotteria degli Scontrini, vale a dire:

  • gli acquisti di importo inferiore a 1 €;
  • gli acquisti di beni e servizi delle persone giuridiche o destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione;
  • gli acquisti effettuati online;
  • gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche (solo nella fase d’avvio della lotteria);
  • gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi attraverso il sistema della Tessera Sanitaria (solo nella fase d’avvio della lotteria).

Come riscuotere i premi?

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli potrà trasferire la vincita esclusivamente attraverso bonifico bancario oppure con assegno circolare non trasferibile (per tutti coloro che sono sprovvisti di un conto bancario). L’Ente, inoltre, adotta due metodi di comunicazione, quello informale e quello formale:

  • all’indirizzo PEC del vincitore se disponibile nell’area riservata del portale (questa modalità diverrà non utilizzabile nel caso in cui l’indirizzo di posta non risulti attivo o la casella risulti piena);
  • all’indirizzo di residenza tramite una raccomandata AR;
  • al proprio numero di cellulare, ma in questo caso si tratta soltanto di una comunicazione informale.

Ricevuta la comunicazione con esito positivo, il vincitore dovrà, entro 90 giorni, comunicare la modalità di pagamento preferita sul portale oppure all’ufficio dei monopoli territorialmente competente.

Quali sono i vantaggi del negoziante?

I negozianti, innanzitutto, dovranno dotarsi di un registratore di cassa elettronico per emettere sia lo scontrino elettronico sia il biglietto della lotteria mediante il codice lotteria. I vantaggi sono pressoché tre, vale a dire:

  • Massima trasparenza con il fisco. I Conti saranno sempre in regola in modo facile e veloce, senza dunque compilare ogni giorno complicate scritture contabili;
  • Massima fidelizzazione dei clienti (i biglietti della lotteria saranno un motivo in più per sponsorizzare l’attività);
  • Lo scontrino fiscale premia anche il negoziante nelle estrazioni “zerocontanti”.