Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Maker è anche vintage, la magia del riciclo dei materiali

Alla Maker Faire 2015 di Roma abbiamo scovato tre progetti maker innovativi. Dal recupero di elettrodomestici vintage al lapis con grafite riciclata.

In principio erano elettrodomestici, ma oggi lo spirito maker li ha trasformati in radio, lettori CD e giradischi. Sì, avete capito bene, proprio quelli di vinile. Alla Maker Faire di Roma la startup Elettroevoluzione ha presentato la prima linea di elettrodomestici vintage, per lo più Braun e Rowenta, totalmente rinnovata nelle funzionalità.

Ovviamente si parla di serie limitate e numerate, ma questo è solo il primo passo perché il potenziale è enorme. I prezzi di listino partono da circa 600 euro: è il caso ad esempio del radio-asciugacapelli.

Utile e geniale "Perpetua", la prima matita (bisognerebbe dire lapis in verità) realizzata con un materiale innovativo composto per l'80% da grafite riciclata derivante dagli scarti di lavorazione industriale. Il prodotto è totalmente "Made in Italy", non richiede l'aggiunta di vernici protettive, è atossico, resiste agli urti e consente la scrittura anche senza punta. Per di più da un lato ha anche una gomma da cancellare fusa con il corpo. La realizzazione è a cura di Alisea, un'azienda specializzata nel recupero industriale e reimpiego. Il prezzo è di 5 euro.

Lucy invece è un dispositivo capace di catturare la luce solare per illuminare una stanza di circa 25 metri quadri. In pratica in ambiente domestico è possibile ritardare l'accensione delle lampade, riducendo di conseguenza in consumi. Lucy è dotata di sensori e un motore interno ad alimentazione solare che non richiede un particolare posizionamento. Basta metterla in una zona illuminata dal Sole fuori dalla finestra e in autonomia regola il suo specchio per far convergere su un punto la luce di cui si ha bisogno. Il prezzo del primo lotto è stato di 200 dollari.