Spazio e Scienze

Margherita Hack: le stelle, ragazzi, sono meravigliose

rubrica bimbi

L'estate è il periodo in cui in molti bambini si manifesta la passione per il cielo stellato. Complici le temperature miti anche in tarda serata, e le vacanze scolastiche che non obbligano ad andare a letto presto, stare con il naso all'insù è più frequente e accende di più la curiosità. Per far capire loro cosa stanno guardando e che cosa si nasconde nel buio che li sovrasta (e che non è vuoto!) spesso non serve per forza un telescopio.

Per quello che si vede, basta qualche banale app per smartphone che aiuti i genitori meno esperti a indicare le costellazioni. Per andare oltre – dove un telescopio amatoriale comunque non arriverebbe – basta un libro. Per esempio un libro scritto dalla grande Margherita Hack, che alla luce della sua grandissima esperienza diretta con i telescopi ha dedicato ai bambini "Le stelle, ragazzi, sono meravigliose".

51ImLojVkWL

Con grande semplicità e pazienza, ma sempre nel rispetto del rigore scientifico, l'astrofisica prende con sè i bambini a bordo di un'astronave immaginaria e li porta fuori dall'atmosfera terrestre. Come un cicerone spiega loro tutto quello che vedono dai finestrini, dai pianeti del Sistema Solare alle galassie, passando per comete, asteroidi, buchi neri e molto altro.

Come in un vero viaggio, l'autrice immagina le domande improvvisate dai piccoli e vi risponde attingendo dalle sue grandi conoscenze scientifiche. Del resto di incontri con i bambini ne ha fatti talmente tanti nella sua carriera di divulgatrice scientifica, che conosceva bene le domande comuni. Dato che l'immaginazione non ha confini porterà i passeggeri fino al Big Bang, e oltre, ma non intendo fare spoiler.

Un'alternanza di racconti di viaggio, domande e risposte e piccole avventure alla scoperta della soluzione di misteri, di cui il Cosmo è ancora ricco – e chissà mai che uno dei piccoli lettori di questo libro un giorno non ne risolverà davvero qualcuno.

MHack Crediti Gianmaria Zanotti   Flickr
Margherita Hack – Crediti: Gianmaria Zanotti, Flickr

L'indicazione di lettura è dai 10 anni in su, secondo me si può proporre anche a bambini più piccoli (comunque in età scolare) ovviamente con il supporto dei genitori. La leggerezza di Margherita Hack, la sua prosa spiritosa e la capacità di accendere la curiosità di continuo sono infatti apprezzabili a tutte le età, anche dagli adulti che magari non leggerebbero di propria iniziativa un libro di astronomia, ma che dopo questo magari finiranno per comprarne un altro.


Tom's Consiglia

Se volete guardare il cielo senza investire troppi soldi potete provare con un telescopio di fascia economica come il Seben 900-76 EQ2

Le stelle, ragazzi, sono meravigliose Le stelle, ragazzi, sono meravigliose
Perché le stelle non ci cadono in testa? Perché le stelle non ci cadono in testa?