IoT

Marshall Stockwell II e Tufton, i nuovi speaker Bluetooth

Marshall ha aggiornato la propria lineup di altoparlanti portatili Bluetooth con l’annuncio del più piccolo Stockwell II, versione aggiornata dello Stockwell originale, e del più grande Tufton. Questi due diffusori andranno quindi ad affiancare il Kilburn II dello scorso anno‎‎, che costituirà così il modello intermedio della gamma. ‎L’obiettivo è quello di offrire una più ampia varietà di prodotti in modo da poter rispondere alle diverse esigenze di diversi utenti.

Alcuni ad esempio potrebbero preferire lo Stockwell II, che offre impermeabilità all’acqua secondo lo standard IPX4 ed una discreta potenza, nonostante l’ottima portabilità, grazie alla progettazione che ne consente il trasporto in uno zaino. Altri invece potrebbero optare per il Tufton, il modello più grande e tra gli speaker più grandi del mercato in assoluto, che ha una potenza‎ adeguata alle dimensioni.

Al di là delle dimensioni, i due prodotti sono accomunati da altre caratteristiche assai importanti per questo tipo di dispositivi, come la presenza di un chip Bluetooth 5.0, il supporto alla tecnologia fast charge, che consente di avere ore di autonomia con soli 20 minuti di ricarica, e un’autonomia di almeno 20 ore in riproduzione. ‎

Oltre a tutto questo infine c’è l’aspetto estetico, non indifferente. Sebbene non siano realizzati effettivamente dalla stessa Marshall ma da Zound Industries, gli speaker Bluetooth presentano infatti lo stesso design dei famosi amplificatori per chitarra per cui è conosciuto il brand statunitense, con tanto di cinghia in cuoio per il trasporto, griglia metallizzata frontale e manopole di regolazione dei vari comandi.

Gli speaker Marshall Tufton e Stockwell II sono già disponibili sul sito italiano del produttore, rispettivamente al prezzo di 399 e 249 euro, il primo in una sola colorazione, il secondo nelle versioni nera e grigia.

Preferite un modello di dimensioni, potenza e prezzo intermedi? C’è il Marshall Kilburn II.