e-Gov

Moody’s declassa a “spazzatura” il rating di Toshiba

Livello "spazzatura" per gli investimenti azionari giocati su Toshiba. Moody's Investors Service ha calato la mannaia sul colosso giapponese abbassando il giudizio di lungo periodo di due livelli da Baa3 a Ba2.

toshiba

"Ci aspettiamo che la leva di Toshiba rimarrà elevata per un periodo prolungato, dato che i suoi costi di ristrutturazione supereranno le nostre stime precedenti, e la nostra aspettativa di miglioramento degli utili, se ci sarà, in ogni segmento di attività sarà molto graduale, anche dopo la ristrutturazione", ha spiegato Masako Kuwahara, analista della società di rating.

Il termine "junk" (spazzatura) è esploso su tutte le agenzie dopo che ieri Toshiba ha confermato di attendersi per l'esercizio in corso un rosso di 4,16 miliardi di euro. Una cifra nettamente superiore rispetto alle ultime stime del quotidiano finanziario Nikkei. Senza contare la ristrutturazione in corso che porterà al taglio di 6.800 posti di lavoro – di cui l'80% solo nel comparto televisione.

Toshiba sconta inoltre gli effetti dello scandalo contabile che nel maggio scorso ha prodotto il rinvio della presentazione del bilancio 2015 (esercizio chiusosi il 31 marzo scorso) e in luglio le dimissioni dell'amministratore delegato Hisao Tanaka e di altri sette componenti dei 16 membri del CdA. Toshiba ha chiuso la giornata di ieri con un crollo delle azioni pari al 12,28%, sulla falsariga di lunedì quando alla Borsa di Tokyo ha registrato un -9,81%. In pratica da inizio anno il valore azionario si è dimezzato.