e-Gov

Mozilla perde tre dirigenti a causa dei matrimoni gay?

Mozilla ha appena perso tre dei suoi massimi dirigenti. L'ex amministratore delegato Gary Kovacs, Ellen Siminoff e John Lilly hanno infatti abbandonato la società (Mozilla Corporation), ufficialmente per ragioni personali, ma alcuni ritengono che la causa sia il nuovo AD Brendan Eich.

Eich, subentrato recentemente nel ruolo di massimo dirigente, ha infatti sollevato parecchi malumori all'interno di Mozilla a tutti i livelli, dal singolo sviluppatore al dirigente. La sua colpa? L'ex dirigente di AVG Technologies ha sostenuto apertamente una legge che puntava a proibire il matrimonio omosessuale in California.

Brendan Eich

Una scelta che inevitabilmente ha portato a pesanti critiche da parte della comunità LGBT e dei suoi simpatizzanti, compresi molti sviluppatori affezionati a Firefox. Tanto che la dirigenza di Mozilla ha dovuto rilasciare una dichiarazione che confermasse le posizioni della fondazione.

"La nostra cultura di apertura è tale che lo staff e la comunità possono essere del tutto sinceri riguardo ai loro punti di vista", ha scritto il dirigente Mark Surman. "Siamo orgogliosi di questa cultura dell'inclusione e di come distingua Mozilla da altre organizzazioni".

In altre parole in Mozilla sono tanto democratici che lasciano a tutti la libertà di dire ciò che vogliono. Il che sulla carta è un'ottima cosa, ma le opinioni e le idee non sono tutte uguali, né lo sono le reazioni. Non si tratta del dibattito etico e morale, finanche politico, ma di tutelare un'azienda: un dirigente, come ogni altra persona, può pensarla come vuole ma dovrebbe fare il doppio dell'attenzione quando esprime pubblicamente le proprie idee. Il caso che ha visto coinvolta Barilla nel 2013, in questo senso, è esemplare.