Spazio e Scienze

NASA e SpaceX: la navicella cargo Dragon decollerà verso la ISS il 1 maggio

Il decollo della navicella cargo Dragon di SpaceX è stato riprogrammato per le 5:59 ora italiana del 1 maggio, con un ritardo di 24 ore dopo il posticipo di quattro giorni che era stato deciso in precedenza (il lancio era inizialmente programmato per il 26 aprile). Il cargo, che viaggerà a bordo di un Falcon 9, viaggerà verso la ISS, decollando dallo Space Launch Complex 40 di Cape Canaveral. SpaceX ha già condotto il test statico del Falcon 9, quindi la missione della Dragon verso la ISS è pronta per partire.

Stando alle note ufficiali, il ritardo di 24 ore è da imputarsi a motivi di meccanica orbitale, ossia alla posizione in orbita della ISS. Quello di quattro giorni è invece dovuto a ulteriori controlli sul veicolo di lancio e al test statico del Falcon 9, che è un’attività di routine prima di ogni lancio.

Non sembrano quindi esserci legami con l’anomalia verificatasi il 20 aprile scorso durante un test della Crew Dragon, la versione della navicella Dragon allestita per il trasporto degli astronauti. L’anomalia si è verificata mentre SpaceX stava testando gli otto motori Abarth SuperDraco su un banco di prova presso la Landing Zone 1 di Cape Canaveral.

La missione che sta per partire sarà la diciassettesima condotta da SpaceX per conto della NASA. Il veicolo spaziale consegnerà sulla Stazione Spaziale un carico utile di circa 2.495 chilogrammi, che include cibo, esperimenti scientifici ed equipaggiamenti per gli astronauti della Expedition 59.

Quanto alla Crew Dragon, ricordiamo che ha effettuato il suo primo volo di prova a marzo. Entro fine anno è in programma un altro test, seguito da un volo di prova con equipaggio in data non ancora comunicata. SpaceX ha inoltre in programma un altro lancio con il Falcon Heavy.

Volete saperne di più sulla storia dell’esplorazione spaziale? Leggete Dallo Sputnick allo Shuttle, scritto dall’astronauta italiano Umberto Guidoni.