Spazio e Scienze

NASA: il rischio di un impatto con un asteroide non è un film, e non è un evento raro

L’amministratore della NASA Jim Bridenstine sottolinea che un grande asteroide che colpisce la Terra è un argomento serio, non è un evento che esiste solo nei film di Hollywood. Anzi, in occasione dell’Academy of Astronautics Planetary Defense Conference di College Park, nel Maryland, ha sottolineato che la questione è “proteggere l’unico pianeta che conosciamo, in questo momento, capace di ospitare la vita, ossia il pianeta Terra”, per questo “dobbiamo essere sicuri che le persone capiscano che non si parla di Hollywood, non è un film“.

Per dimostrare quanto il rischio sia concreto non è servita fantasia. Il rilevamento e lo studio degli asteroidi (e in generale dei Near Earth Objects) ha iniziato a essere preso seriamente dopo l’evento di Chelyabinsk del 2013, quando una meteorite di 20 metri di larghezza è esploso in atmosfera sulla città russa. L’onda d’urto che ne è risultata ha danneggiato migliaia di edifici e ferito oltre 1.500 persone. Bridenstine ammonisce che “questi eventi non sono rari, accadono” e, secondo un modello, eventi di portata simile a quello di Chelyabinsk possono avvenire ogni 60 anni.

Solo nel ventesimo secolo gli impatti sono stati tre, fra cui il disastroso evento di Tunguska del 1908 e quello del Brasile nel 1930. Senza contare il meteorite da 1400 tonnellate caduto nel Mare di Bering a marzo di quest’anno.

Ecco perché la NASA sta lavorando per riuscire a rilevare e tracciare il 90% degli asteroidi di maggiori dimensioni che passano vicino alla Terra, e che in caso di impatto potrebbero causare danni catastrofici, finanche a spazzare via un intero Stato o un piccolo Paese. Per dovere di cronaca, gli Stati Uniti non sono gli unici impegnati nel tentativo di proteggere il Pianeta dagli impatti con asteroidi. La Russia valuta uno scudo nucleare, e l’impiego del nucleare è spesso ipotizzata anche negli USA.

Quali risorse spaziali potremo sfruttare? Per scoprirlo leggete l’interessante libro di Giovanni Bignami Oro dagli asteroidi e asparagi da Marte.