Fotografia

Nikon Coolpix P330, meno Mpixel e sensore più grande

Nikon Coolpix P330 è la nuova compatta avanzata che il costruttore ha presentato contemporaneamente alla compatta con sensore DX Coolpix A. Anche per la Coolpix P330 il motivo tecnico principale è l'ampliamento del sensore, che in questo caso si accompagna anche a una riduzione del numero di Mpixel rispetto alla precedente P310.

Da un BSI-CMOS con diagonale 1/2.3" a un BSI-CMOS con diagonale 1/1.7", da 16 a 12 Mpixel per il sensore, tutto ovviamente con lo scopo di migliorare gamma dinamica e rapporto segnale/rumore per gli scatti in condizione di luce scarsa.

Lo zoom è cresciuto leggermente ma in modo tangibile, passando da un equivalente 24-100mm a un più versatile 24-120mm. L'apertura massima è rimasta molto ampia, f/1.8, anche se all'estremo tele si riduce a f/5.6.

La Coolpix P330 offre inoltre un sistema di riduzione vibrazioni Nikon VR di seconda generazione, che secondo il costruttore garantisce 3 stop di vantaggio, una gamma ISO da 100 a 3200 estendibile manualmente fino a 12.800 equivalenti, scatto rapido di 10 immagini a piena risoluzione @ 10fps e scatto continuo fino a 30 immagini a piena risoluzione @ 1fps.

E' possibile lavorare in modalità completamente manuale e passare quando lo si desidera al formato RAW – passaggio che, grazie a un pulsante dedicato, può essere fatto velocemente, senza entrare nel menu di impostazione, anche per la singola foto "critica". La ripresa video è Full HD (1080/60i) a 60, 50, 30 o 25fps, durante la quale si può utilizzare lo zoom ottico con autofocus; possibile filmare al rallentatore o accelerare a una velocità di registrazione massima di 120fps.

Il display posteriore è un classico 3 pollici Hi-Res da 920.000 punti, mentre menu usuale, almeno per questa tipologia di fotocamera, la presenza di un GPS integrato. Tutto in un corpo compatto (103x58x32mm, 200g di peso) dal costo di circa 380 dollari sul mercato USA.