Spazio e Scienze

Noi e i nostri geni, un viaggio fra Scienza e società

Oggi usciamo un po' dagli schemi perché è uscito di recente in libreria un saggio che a mio avviso vale la pena leggere. Si tratta de "Il gene: Il viaggio dell'uomo al centro della vita", disponibile sia in versione eBook sia in cartaceo. Non propongo spesso libri di genetica nella mia rubrica, ma in questo caso non ho resistito alla tentazione di farmi insegnare qualcosa di grande da Siddhartha Mukherjee, un nome difficile da pronunciare che però identifica quello che a mio avviso è uno dei più interessanti autori scienziati dei nostri tempi, autore di quell'"Imperatore del male" che ha lasciato il segno nella letteratura sulla lotta contro il cancro.

61lur5b0ltL

Come nel libro precedente Mukherjee mette in campo sé stesso in prima persona nel libro, infondendo così una dimensione umana a un tema che sembra prettamente scientifico: la genetica. Prima di arricciare il naso davanti alla prospettiva di trovarvi alle prese con 600 pagine di noiosa storia di scienziati a voi sconosciuti, fermatevi un attimo. Chi ha letto l'Imperatore del male sa quello che sto per scrivere: questo autore ha una straordinaria capacità comunicativa, che in questo caso ha declinato disseminando il testo di storie personali e dettagli finalizzati a comunicare un messaggio di gran lunga superiore al nozionismo scientifico.

La genetica in questo libro passa infatti per una storia vera, la storia dell'autore, o meglio quella della sua famiglia e di un problema ereditario che ha mietuto tante vittime.

Quando arriverete alla fine ne saprete certo di più sull'ereditarietà dal punto di vista scientifico, a partire da ciò che ha fatto Darwin fino ad arrivare ai giorni nostri, e va bene. Ma capirete anche alcuni dei motivi alla base del delirio pseudo-scientifico del Nazismo, cosa significa convivere con una malattia ereditaria, e come lo "stato" di malato condizioni in maniera del tutto inumana e sbagliata il nostro modo di vedere le cose.

"La malattia viene usata per definire la salute. L'anormalità segna i confini della normalità. La devianza delimita i confini della conformità. Questa scrittura speculare può dare luogo a una visione completamente sbagliata del corpo umano".

Pagina dopo pagina si arriva al momento in cui la manipolazione del genoma umano potrebbe portarci un giorno a debellare tante malattie, ma viene da chiedersi: davvero tagliando e sostituendo pezzi di DNA diventeremmo persone migliori? 

Vi troverete davanti a questo a altri interrogativi difficili sulla natura dell'essere umano, sull'importanza dell'essere umano al di là delle cure e del nome delle malattie. Vi chiederete se quello che avete pensato finora, in maniera distaccata e disinteressata perché non vi riguardava, sia giusto o sbagliato, e probabilmente molte delle risposte che voi stessi vi darete non vi piaceranno.

Ma Mukherjee è anche e soprattutto questo: è un uomo che sa usare la sua esperienza personale per umanizzare la malattia, la medicina e far riflettere. Parlando della nonna scrive: "Ha resistito ai colpi della storia con resilienza, ma ha resistito ai colpi dell'ereditarietà con qualcosa di più: con una grazia che noi, come suoi discendenti, possiamo solo sperare di emulare".

SM at Whiteboard 9 22 2016
Siddhartha Mukherjee

Alla fine non avrete tutte le risposte, anzi, saranno ancora di più le domande. Perché capirete che i progressi della Scienza e le prospettive della genetica ci stanno spingendo sempre di più a convincerci che siamo solo un conglomerato di cellule, geni, organi. Forse ci stiamo dimenticando che questa nozione è troppo semplicistica, e che l'essere umano è ben più complesso di questo. Come sintetizza perfettamente Steven Shapin del Guardian, "sarebbe sciocco negare ciò che fanno i nostri geni, ma sarebbe altrettanto sciocco dire che sono solo i nostri geni a fare di noi ciò che siamo".

Per vedere tutti gli altri libri recensiti in questa rubrica cliccate qui.

Il gene, Siddhartha Mukherjee Il gene, Siddhartha Mukherjee
amazon-ebook
Il gene, Siddhartha Mukherjee Il gene, Siddhartha Mukherjee
L'imperatore del male L'imperatore del male