e-Gov

Nokia mette le mani su Trolltech

Nokia, leader mondiale nella produzione di dispositivi mobili, è seriamente intenzionata ad acquisire Trolltech, famosa software house norvegese. Trolltech, a capo dello sviluppo del framework Qt, utilizzato anche da KDE (oltre che da una piattaforma mobile basata su Linux), aiuterà la società a migliore ulteriormente la propria offerta sul mercato.

La società finlandese ha offerto circa 16 corone norvegesi per ogni azione Trolltech, per un corrispettivo di 153 milioni di dollari. "Il mondo della tecnologia evolve sempre più e per Nokia il software gioca un ruolo chiave all'interno della strategia di crescita di ogni dispositivo", ha dichiarato Kai Oistamo, vice presidente Nokia.

Dall'altra parte, Haavard Nord, CEO Trolltech, è davvero entusiasta per l'offerta ricevuta. "Quando fondammo Trolltech il nostro obiettivo principale era quello di creare un framework per lo sviluppo di software capace di semplificare la vita di ogni sviluppatore. Avevamo un concetto di 'Qt Everywhere', Qt doveva stare ovunque. Con questo annuncio, e dopo questa offerta, possiamo dire che il nostro sogno è finalmente diventato realtà", conclude. Pare che la società norvegese abbia già accettato l'offerta bloccando il 66% delle sue azioni. Trolltech rassicura i suoi utenti dichiarando che Nokia intende ancora adottare una duplice licenza per tutte le sue tecnologie software. In pratica si avranno ancora dei prodotti sotto licenze open source e commerciali.

Dietro questa acquisizione c'è già chi vede il tentativo di Nokia di affilare gli artigli per competere con Android, la piattaforma mobile in sviluppo presso Google.