e-Gov

Office 365, lavorare nella nuvola secondo Microsoft

Microsoft ha attivato una versione beta di Office 365, nome sotto al quale si nasconde la nuova versione di BPOS (Business Productivity Office Suite), la suite di applicazioni online proposta dall’azienda di Redmond (vedi anche Cloud Computing Microsoft, il software cambia forma e Microsoft BPOS, software online semplice e veloce).

Office365, l’homepage

Microsoft ha deciso di dare al proprio prodotto un nome più familiare, che dà subito un’idea di cosa sia questa novità: una raccolta di applicazioni online, piuttosto completa. Il suo scopo è offrire a professionisti e piccole aziende software potenti e versatili, e costi di gestione minori rispetto alle soluzioni tradizionali. La suite trova le proprie basi in Exchange Online e SharePoint Online, due fiori all’occhiello della proposta MS.

Office365 – Clicca per ingrandire

Office 365 permette di accedere alle applicazioni online a prezzi piuttosto contenuti. Le offerte essenziali prevedono l’accesso a un numero minimo di utenti e ad applicazioni base, posta elettronica e sincronizzazione. Potenzialmente quest’offerta permette di rinunciare per sempre al software tradizionale, installato sull’hard disk, e allo stesso tempo garantisce un ecosistema hardware sempre funzionante e aggiornato.

Office365 – Clicca per ingrandire

Microsoft ha già programmato i prossimi aggiornamenti, e nuove funzioni potrebbero essere già disponibili all’inizio del prossimo anno.

I prezzi vanno da un minimo di 2 dollari al mese per utente, per la versione Basic, fino a un massimo di 24 dollari al mese per utente. C’è poi una proposta a 6 dollari al mese/utente e un’altra a 10 dollari al mese/utente.

Office365 su Windows Phone 7 – Clicca per ingrandire

Per usare Office 365 è sufficiente un browser. La suite è compatibile con sistemi Windows e Mac recenti, e con Internet Explorer, Firefox e Safari. Chrome è compatibile solo parzialmente, per ora. È anche possibile combinare le applicazioni online con quelle installate, se si usano Office 2007 (2008 per Mac  ) e successive.

Office365 – video di presentazione

Con Office 365 Microsoft si propone quindi di competere con Google, Amazon, IBM e altre aziende che hanno già un’offerta simile. Il cloud computing (Cloud Computing, cos’è e perché sarà il futuro) non è ancora un settore rilevante nel mercato del software per la produttività, ma è chiaro che tutti i principali venditori si stanno preparando a un passaggio di massa “nella nuvola”. Oltre ai nostri articoli potete approfondire la conoscenza di Office 365 tramite la pagina di domande frequenti creata da Microsoft (in inglese).