Fotografia

Olympus Tough TG-320, compatta che non teme gli urti

Le Olympus Tough nascono per essere a prova d’incidente. L’ultima nata Tough TG-320, ad esempio, è antiurto (sopporta cadute da 150 cm), impermeabile fino a 3 m e tollera bene il freddo (fino a -10°C).

Ciliegina sulla torta, ha un costo contenuto – meno di 150 euro – e, con i suoi 14 megapixel e zoom equivalente a 28-102mm, offre tutto ciò di cui l’utente in cerca di ricordi da immortalare può aver bisogno. Al suo interno troviamo un processore d’immagine TruePic III+, la sensibilità ISO va da 80 a 1600 e supporta la modalità di ripresa 3D. La Tough TG-320 offre compatibilità con schede Eye-Fi.

Olympus Tough TG-320 – Clicca per ingrandire

Il corpo è sigillato contro l’ingresso di liquidi (quindi anche di polvere e sabbia) da un sistema di guarnizioni, l’ottica è protetta da uno strato di vetro temperato e un doppio meccanismo di bloccaggio evita l’apertura non intenzionale degli sportellini di accesso a slot di memoria, connettori e batteria. Così, senza troppo timore di guasti, anche l’uso della fotocamera risulta più divertente.

L’elenco di specifiche mostra, da alcuni particolari, che la macchina è stata pensata e progettata con senno, per essere funzionale. Ad esempio si è rinunciato a uno schermo touch-screen, oggi tanto di moda ma che non potrebbe essere usato con le mani bagnate, in favore di un classico 2,7 pollici con un’ottima leggibilità in piena luce.

Anche il doppio sistema di stabilizzazione, che potrebbe sembrare superfluo su focali così corte, è stato integrato per compensare i limiti fisiologici di queste macchine, vale a dire la mancanza di spazio per accogliere ottiche molto luminose e l’impossibilità di raggiungere valori ISO “stellari”.

La Olympus Tough TG-320 sarà disponibile da metà febbraio in finiture blu o rossa, a 149 euro.