Tom's Hardware Italia
Telco

OneWeb: connessioni a 375 Gbps via satellite nelle zone dell’Artico

OneWeb entro la fine del 2020 inizierà a fornire servizi di connettività wireless nelle zone al di sopra del 60° parallelo nord.

A partire dalla fine del 2020 l’Artico sarà coperto da servizi di connettività wireless con prestazioni ultra broadband grazie a una nuova rete di satelliti su orbita bassa di OneWeb. Sebbene la “conquista” della zona è prevista nei piani di diversi provider, l’operatore di origini inglesi sostiene di essere “l’unico in grado di fornire Internet ad alta velocità e bassa latenza, a costi molto inferiori rispetto ai fornitori esistenti e prima di qualsiasi altro sistema pianificato”.

Si parla di una rete satellitare capace di offrire una capacità di 375 Gbps in tutti i paesi al di sopra del 60° parallelo nord. Le prime attivazioni sono previste per fine 2020 mentre la copertura totale per l’inizio del 2021. I primi test il mese scorso hanno confermato anche una latenza possibile di 40 ms.

Sebbene già oggi l’Artico sia coperto al 48%, OneWeb promette di raggiungere il restante 52% con servizi 24 ore su 24. Insomma, migliaia di case, barche, aerei e milioni di persone potranno essere raggiunte da un livello di connettività adeguato.

“La connettività è fondamentale nella nostra economia moderna”, ha affermato la senatrice americana dell’Alaska Lisa Murkowski. “All’apertura dell’Artico, garantire alle popolazioni locali l’accesso a una banda larga economica e affidabile renderà lo sviluppo più sicuro, più sostenibile e creerà nuove opportunità per la prossima generazione leader in questa dinamica regione del globo”.

Ne conviene Adrian Steckel, CEO di OneWeb, che ha ribadito come questo servizio sia “un utility essenziale e un diritto umano fondamentale”.