Telco

Open Fiber, a Palermo già cablate 180mila unità immobiliari

Con oltre 180 mila unità immobiliari già cablate in fibra ottica da Open Fiber, Palermo – nominata anche capitale italiana per la cultura 2018 – è ormai diventata la città più cablata del Mediterraneo, ma Open Fiber non si ferma. Sono infatti entrati ormai nella fase conclusiva i lavori che consentiranno a breve di realizzare una rete di telecomunicazione integralmente in fibra per un totale di 224mila unità immobiliari.

Tra esse non ci saranno soltanto abitazioni, ma anche uffici, aziende e sedi istituzionali palermitane, che possono o potranno a breve avvalersi dei vantaggi e dell’inedita velocità di connessione garantita dalla modalità FTTH (Fiber To The Home, la fibra fino a casa).

Open Fiber2

Tra queste ultime spicca l’istituto comprensivo Giovanni Falcone del quartiere Zen coi suoi 700 allievi, una scuola-simbolo della città e delle sue periferie oggi raggiunta da una rete a prova di futuro.

Leggi anche: Open Fiber si racconta: dal progetto Socrate all'FTTH

"Avevamo disponibilità di connessione a Internet soltanto nel plesso centrale, adesso siamo riusciti a cablare anche il plesso della primaria e quello dell’infanzia" ha raccontato alle telecamere di Palermo Today la dirigente scolastica Daniela Lo Verde. "I nostri ragazzi hanno bisogno di apprendere in modo innovativo".

Leggi anche: La fibra di Open Fiber per attirare imprese ICT, ottima idea

"L’utilizzo della fibra, la velocità di connessione, ma anche le LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) che ci sono state donate servono a fornire un apprendimento più divertente ed entusiasmante". Insomma dallo Zen a Ballarò, dalle periferie al cuore della città, anche a Palermo come nel resto d’Italia, Open Fiber ha intenzione di non lasciare indietro nessuno


Tom's Consiglia

Con un servizio fibra adeguato lo streaming 4K diventà realtà, quindi è fondamentale un monitor adeguato come ad esempio il Samsung U28E590D.