Telco

Open Fiber a Pietrelcina, il paese di San Pio vola a 1 Gbps

Grazie alla realizzazione da parte di Open Fiber di una rete a banda ultra larga integralmente in fibra ottica anche Pietrelcina, piccolo paese del beneventano noto per aver dato i natali a San Pio, potrà proiettarsi nel futuro. Questa decisa spinta allo sviluppo infrastrutturale del territorio è stata sancita in Municipio dal sindaco Domenico Masone e dall’ingegnere Marco Baldissara, field manager di Open Fiber e referente dei lavori di cablaggio. Il piano prevede un investimento di circa 350mila euro per la copertura capillare di Pietrelcina, parliamo di 1194 unità immobiliari e 10 sedi di pubblica amministrazione, tra scuole e uffici comunali.

Le risorse stanziate per questo intervento strategico non graveranno sul bilancio del Comune: l’infrastruttura è del resto finanziata con fondi regionali e statali e resterà di proprietà pubblica. Le attività verranno coordinate da Infratel, società in house del Ministero dello Sviluppo Economico, con l’attenta supervisione della Regione Campania.

open fiber

Il progetto prevede la copertura in FTTH privilegiando il riuso di infrastrutture esistenti. Complessivamente la rete sarà lunga 11,5 chilometri. Ove necessario, gli scavi saranno comunque eseguiti attraverso modalità innovative, sostenibili e a basso impatto ambientale per limitare il più possibile i disagi alla cittadinanza. L’infrastruttura sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.

“Per il nostro Comune si tratta di un’infrastruttura decisiva, necessaria per erogare servizi fondamentali. A Pietrelcina, purtroppo, il divario digitale ha finora rappresentato un grave ostacolo ai programmi di sviluppo diretti tanto alla cittadinanza quanto a imprese e turisti”, ha commentato afferma Salvatore Mazzone, vicesindaco con deleghe a turismo e sviluppo.

1525959845171 open fiber completato il cablaggio di catania fibra ottica per 120 000 tra case e uffici

“Poter contare su una rete di collegamento ultraveloce e stabile, con la fibra stesa direttamente all’interno di abitazioni, uffici e sedi della pubblica amministrazione potrà finalmente permetterci un ulteriore salto di qualità in termini di sviluppo economico e sociale. A Pietrelcina e a tutto il nostro territorio servono senza dubbio iniziative e investimenti strutturali come quello messo in campo da Infratel, Regione e Open Fiber, fondamentali per la crescita collettiva al pari di altre e più popolate realtà italiane”.

“È opportuno evidenziare ai cittadini e alle imprese di Pietrelcina che Open Fiber non vende servizi in fibra ottica direttamente agli utenti finali, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. In qualità di operatore wholesale only offriamo infatti l’accesso a tutti gli operatori telefonici o Internet service provider interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovrà quindi far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario preferito e navigare ad alta velocità”, ha aggiunto Gianfranco Guerrera, regional manager di Open Fiber per Campania e Basilicata.