e-Gov

Palermo sperimenta l’app IO dei servizi pubblici

Il Comune di Palermo ha iniziato a integrare i propri servizi digitali in IO, l’app dei servizi pubblici. La sperimentazione adesso include finalmente una grande città del sud, dopo le adesioni di Milano e Torino.

A questo punto l’invito ai palermitani è di “partecipare alla sperimentazione dell’app sul territorio”. IO consentirà infatti gestire gli avvisi di contravvenzione al codice della strada, con la possibilità di pagare online le sanzioni previste, abilitare i promemoria in prossimità della scadenza del proprio pass ZTL e attivare i promemoria per la scadenza delle rate della TARI, con la possibilità di procedere al pagamento online.

“Se risiedi a Palermo e vuoi iniziare a usare l’app aiutandoci a perfezionarla, compila il form online per candidarti come beta tester”, sottolinea il Team di Trasformazione digitale.

“L’infrastruttura è pronta, l’app è stata messa alla prova da oltre un migliaio di cittadini, stiamo risolvendo gli ultimi bug e sviluppando nuove funzionalità. Adesso è fondamentale che un numero crescente di enti centrali e locali integri i propri servizi su IO. Solo così i cittadini potranno usare l’app in maniera diffusa ed efficace, cogliendone appieno il valore dal momento in cui sarà possibile scaricare la beta pubblica di IO dagli store online”.

Da ricordare che da circa due settimane è disponibile una guida per agevolare gli enti pubblici ad aderire al progetto IO. In questa vi sono tutte le indicazioni tecniche e burocratiche per procedere. “Se lavori per un ente pubblico, scopri come gestire l’integrazione in quattro semplici passaggi: Leggi la guida per integrare i tuoi servizi su IO!”, ricorda il Team di Trasformazione Digitale. “Se invece sei un cittadino e vuoi che il tuo Comune salga a bordo del progetto, condividi sui social media la guida che abbiamo preparato e tagga il Comune o il tuo Sindaco”.