Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Spazio e Scienze

Perché Bezos costruisce un orologio da 10.000 anni?

Da ieri sta impazzando in rete il video sull'ultima idea di Jeff Bezos: un orologio da 10.000 anni la cui costruzione richiederà un investimento di 42 milioni di dollari e un tempo imprecisato di ultimazione dei lavori. Le immagini – quasi tutte diffuse da Rolfe Horn e dalla The Long Now Foundation, oltre che dal sito dedicato – sono molto belle.

L'annuncio, via Twitter, porta la firma di Bezos stesso, e da solo costituisce la notizia: "l'installazione è iniziata: alta circa 150 metri, tutta meccanica, alimentata da cicli termici giorno/notte, sincronizzati a mezzogiorno solare, un simbolo per il pensiero a lungo termine".

Apparentemente da aggiungere restano solo pochi dettagli: una volta che la costruzione sarà completata si potrà visitarla, con grande fatica visto che l'installazione è in corso in un'area di proprietà dello stesso Bezos che si trova all'interno di una montagna della Sierra Diablo nel Texas. Dista diverse ore di auto dall'aeroporto più vicino e la visita prevede poi una passeggiata a piedi che parte dal fondovalle e ha un dislivello di quasi 600 metri, la percorrenza di qualche galleria, quindi la salita di una ripida scala a chiocciola che gira attorno al meccanismo. Senza contare l'attraversamento di una serie di porte d'acciaio che avranno il compito di tenere fuori gli animali e di creare una camera d'equilibrio.

5wmwQ3CziSMT3qg7m3wv2W 650 80
Crediti: Rolfe Horn & The Long Now Foundation

Chi intende visitarlo non si aspetti "grandi movimenti": batterà l'ora una volta all'anno, cambierà secolo una volta ogni 100 anni (ci mancherebbe che fosse diversamente!) e muoverà "un cucù" una volta ogni mille anni. In compenso una sequenza di dieci campane suonerà ogni giorno a mezzogiorno, ogni volta una melodia diversa per tutta la durata della vita dell'orologio, ossia 10.000 anni, grazie all'impegno del musicista britannico Brian Eno, che ha costruito un generatore meccanico di melodie.

Oltre alle reazioni di stupore davanti a un progetto tanto ambizioso, non sono mancate le polemiche, che si possono sintetizzare al massimo riportando un tweet di risposta che è stato recapitato al miliardario proprietario (fra le altre cose) di Amazon:

A questo punto vale la pena analizzare meglio l'ultima parte del post di Bezos, in cui parla di "un simbolo per il pensiero a lungo termine", perché probabilmente non tutti l'hanno capita.

Prima di tutto, è stata scelta la durata di 10.000 anni perché secondo alcune fonti la maggior parte delle civiltà dura circa 10.000 anni. Il problema è che a causa della nostra miopia potremmo avviarci velocemente verso l'estinzione. Riscaldamento globale, sfruttamento eccessivo delle risorse e altro sono solo alcuni dei danni che stiamo facendo e che stanno secondo Bezos (ma non solo) consumando il nostro pianeta a un ritmo troppo alto, senza preoccuparci di quello che lasceremo  alle prossime generazioni.

Abbiamo margini per rimediare? L'idea di Bezos è che sì, potremmo farlo, anche mediante un cambiamento di atteggiamento a lungo termine, adottando un modo di pensare e procedere più lento a attento alla qualità della vita, in contrapposizione a quello veloce e mirato alla produttività che abbiamo oggi. L'orologio è un simbolo, non può certo cambiare il corso del tempo, ma è un simbolo mastodontico che non ha solo il compito di tenere conto del tempo che passa, ma di ricordarci la scansione con cui passa, inesorabile ma lenta. E di portarci a riflettere sul senso del tempo, sull'impatto generazionale delle nostre decisioni e quindi sull'esigenza di diventare più responsabili. Da qui la scelta di non animarlo ogni ora o ogni minuto, e forse da qui arriva anche il fatto che non ci sia una data di fine lavori, che sarebbe in contrapposizione con il suo significato.

lm 06

La chiave di lettura come avrete capito è filosofica e forse per questo è rimasta incompresa nelle prime ore. A pensarci potremmo un giorno guardare a questa installazione come oggi guardiamo la prima foto della Terra dallo Spazio scattata dagli astronauti dell'Apollo, o il "Pale Blue Dot" di Carl Sagan.

Qualche curiosità

Chiudiamo la vena poetica per togliere qualche curiosità riguardo a questo progetto.

  • L'orologio mostrerà l'anno gregoriano su cinque cifre, per esempio il 2018 verrà mostrato come 02018.
  • Il progetto è andato in porto grazie alla collaborazione dello scienziato informatico Danny Hillis, di Zander Rose e del gruppo di lavoro Long Now che comprende scienziati, inventori, scrittori e futuristi.
  • Il primo progetto risale al 1989. Negli anni '90 fu costruito un prototipo funzionante di 2,5 metri chiamato "Clock of the Long Now" che è esposto al Museo della Scienza di Londra.
  • Il luogo in cui è in corso l'installazione è volutamente remoto e poco accessibile per evitare che venga demolito o distrutto facilmente.
  • I materiali costruttivi sono acciaio inossidabile, titanio e ceramica.
  • Oltre al "10.000 Year Clock" è in costruzione un altro "orologio millenario" da installare nella cima di una montagna nel Nevada.

Infine una curiosità sulla precisione di questo orologio millenario. La maggior parte degli orologi "perde tempo", ossia resta indietro. Per evitare che questo accada l'orologio da 10.000 anni si auto corregge mediante cicli termici giorno/notte sincronizzati al mezzogiorno solare. In buona sostanza a mezzogiorno di ogni giorno il Sole si troverà esattamente sopra all'installazione e la illuminerà consentendo di mantenere una precisione pari a un giorno in 20.000 anni.

hktHCQTKSC6qepqDx2Yy59 650 80
Crediti: Rolfe Horn & The Long Now Foundation

Non vedete l'ora di visitarlo? Tranquilli, per sapere quando la costruzione sarà terminata inviate un messaggio vuoto a clockinterest@10000yearclock.net e riceverete una notifica quando sarà giunto il momento. Assicuratevi di arrivare prima di mezzogiorno!

 


Tom's Consiglia

Un orologio alto 150 metri è troppo ingombrante per voi? Se vi piacciono i modelli da polso con meccanismo a vista questo Davis potrebbe essere quello che fa per voi!