Home Cinema

Preparazione alla prova su strada

Pagina 4: Preparazione alla prova su strada

Preparazione alla prova su strada

Abbiamo confrontato la soluzione GPS di Yakumo con una classica soluzione basata su HP 1930 più antenna (con cavo), fornita da Kirrio. La scelta di un produttore di soluzioni GPS economiche non è casuale, poiché le due soluzioni a confronto hanno pressappoco lo stesso prezzo.

L’attivazione della funzione GPS dello Yakumo è semplice: basta aprire completamente l’antenna. In alcuni casi abbiamo però notato che giocando con l’inclinazione si ottiene una ricezione migliore.

Per la prova ci siamo procurati un supporto per auto universale, con la classica ventosa che aderisce al parabrezza. Il palmare va posizionato con attenzione, siccome le automobili recenti hanno il parabrezza schermato. L’unità va sistemata in posizione centrale, al di sotto dell’apposita zona retinata, per intenderci quella dove si posiziona il Telepass.
Una volta trovata una sistemazione ideale, abbiamo provato a navigare con Mapsonic e TomTom Navigator nelle condizioni più difficili, ma lo Yakumo non ha mai perso la strada, facendo segnare una ricezione nettamente superiore rispetto al kit antenna con il quale lo confrontavamo.
Naturalmente quando scriviamo condizioni difficili, intendiamo che la prova è stata effettuata nel pieno del traffico di Milano. Provare antenne GPS e programmi di navigazione in aperta campagna o in autostrada non ha per nulla senso: se un GPS non si perde a Milano, non si perderà praticamente mai.


A confronto: la scarna schermata dello stato GPS di Mapsonic (sinistra) e quella decisamente più completa di TomTom Navigator (destra).

Una nota, Yakumo non fornisce una lista di compatibilità e di istruzioni relativa ai software di navigazione. Doveste mai installare Mapsonic con questo palmare, sappiate che per la connessione dovete utilizzare la porta COM 2, con un impostazione – abbastanza tipica – di 4800 baud. Nel caso di TomTom, abbiamo usato l’impostazione "Serial cable on PS2".