Tom's Hardware Italia
e-Gov

Presto WiFi a banda larga nei siti turistici e culturali

Grazie a un accordo tra Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia per l'Italia Digitale, presto partirà la sperimentazione per portare le connessioni Wi-Fi a banda larga in tutti i siti italiani di interesse turistico e culturale.

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, il Ministero dello Sviluppo Economico e l'Agenzia per l'Italia Digitale hanno sottoscritto oggi un protocollo d'intesa per il turismo che prevede la creazione di nuovi servizi digitali in grado di facilitare l’accesso di cittadini e visitatori al patrimonio artistico, naturale e culturale del nostro Paese.

In pratica presto dovremmo vedere realizzata in tutti i siti italiani di interesse turistico e culturale una rete wi-fi federata a banda ultra-larga, con un sistema di accesso unico, compatibile anche con SPID, il sistema pubblico di identità digitale. Inoltre dati pubblici e privati saranno aperti, con standard e regole di utilizzo che dovrebbero consentire lo sviluppo di servizi a valore aggiunto da parte del settore privato.

giacomelli 26 luglio 2016 agid mibact

L'accordo, firmato dal sottosegretario al MiBACT con delega al turismo Dorina Bianchi, dal sottosegretario al MISE con delega alle telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, e dal direttore generale dell'AGID Antonio Samaritani, avrà una durata di tre anni prorogabile di altri due, e per la sua attuazione sarà costituito un tavolo tecnico al quale parteciperanno rappresentanti dei due ministeri e dell'agenzia.

Entro gennaio saranno attivate tre sperimentazioni di allestimenti di reti Wi-Fi: nelle grandi aree balneari, nei 51 siti Unesco e nelle 18 Città della cultura, in aeroporti, porti e autostrade.

"La firma del protocollo è un ulteriore tassello che aggiungiamo al cammino dell’Italia verso il cambiamento. Rappresenta una parte integrante del Piano Strategico del Turismo. La promozione e la valorizzazione oggi viaggiano soprattutto on line" ha spiegato il sottosegretario Bianchi, che ha aggiunto: "Per questo le nuove tecnologie rappresentano una parte consistente e strategica del Piano Nazionale sul Turismo che sarà pronto entro fine mese. Dobbiamo metterci al passo coi tempi: la maggior parte delle prenotazioni avviene sul Web che è lo strumento principale per intercettare il mercato internazionale e dare un contributo all’implementazione dei flussi turistici".