e-Gov

Processo lampo anti-pirateria solo un’ipotesi?

Il processo lampo anti-pirateria è solo un'ipotesi, a quanto pare. Il Commissario AGCOM Antonio Preto, che mercoledì scorso aveva anticipato a La Repubblica i capisaldi del nuovo regolamento per la salvaguardia del diritto d'autore, è ritornato sui suoi passi.

"L'AGCOM non ha ancora preso alcuna decisione per regolamentare il diritto d'autore online né ha esaminato alcun provvedimento in materia", ha scritto sul suo blog. A suo parere sarebbe stato mal interpretato e il tam-tam online avrebbe fatto il resto.

Ehm, ehm… dicevo appunto, ecco… ehm

"La nostra riflessione sull'argomento è appena iniziata e proseguirà nelle prossime settimane anche attraverso iniziative pubbliche che mirano a raccogliere opinioni, spunti e suggerimenti per affrontare un tema la cui complessità e delicatezza è sotto gli occhi di tutti", prosegue il Commissario AGCOM.

"È in quest'ottica che abbiamo organizzato per il prossimo 24 maggio a Roma un workshop che vedrà la partecipazione di esperti italiani ed internazionali, chiamati a discutere di questo tema e a fornire materiale utile a definire le linee di un possibile intervento in un confronto libero e trasparente".

Insomma, nulla è ancora stato deciso ma come tutti ben sanno il nuovo regolamento è praticamente un'eredità del vecchio board AGCOM. L'ex presidente Corrado Calabrò ogni volta che lo tirava fuori dal cassetto era costretto poi a rimetterlo a posto a causa della contrarietà dell'opinione pubblica e del silenzio della politica. Dopodiché, con precisione svizzera, si scatenavano gli uffici stampa delle associazioni industriali. Prima esaltando l'azione del Garante e poi criticandone il mancato coraggio.