Tecnologia

Prova d’uso

Pagina 2: Prova d’uso

Come funziona

L'aria non viene creata come per magia nel centro del corpo superiore. In realtà il principio di funzionamento non è differente rispetto a quello dei normali asciugacapelli. Dyson ha però spostato tutto all'interno del manico.

MVIMG 20180102 130156
MVIMG 20180102 130059

In pratica è riuscita a realizzare un motore digitale (Dyson V9) di piccole dimensioni e infilarlo all'interno del manico, che ha una dimensione molto pratica e permette di impugnarlo molto bene.

L'azienda parla di prestazioni che sono fino a otto volte più veloci di altri asciugacapelli, e un peso pari alla metà. Il motore muove una ventola assiale a 13 pale, in grado di minimizzare la rumorosità (solitamente più la ventola è piccola, più deve girare veloce per creare lo stesso volume d'aria di un modello più grande, nonché risulta essere più rumorosa – il rumore percepito). A fare la differenza è però il sistema brevettato "Air Multiplier", che permette di triplicare il volume dell'aria aspirato, creando quindi un getto ad alta potenza. 

Impressioni d'uso

Come abbiamo visto Dyson è stata in grado di ottimizzare le caratteristiche di un classico asciugacapelli, miniaturizzando i vari componenti e realizzando tecnologie che non hanno diminuito le prestazioni, anzi secondo l'azienda le prestazioni di asciugatura e messa in piega sono anche superiori.

Usando Supersonic si sente subito come sia più leggero rispetto ad altri asciugacapelli (di dimensioni classiche). Tuttavia pesandolo ci si rende conto che in realtà non è più leggero; pesa circa 700 grammi, un peso che rimane nella media. In questo caso a fare la differenza è quindi il design; non avendo il classico corpo allungato, il peso è molto più bilanciato, e quindi la sensazione è di un prodotto più leggero, e soprattutto più meneggevole.

Quando mi asciugo i capelli solitamente faccio un movimento laterale continuo, azione che con il Supersonic è più veloce e meno stancante.

MVIMG 20180102 130249

La rumorosità è la seconda caratteristica che si sente subito. Fa meno rumore, a qualsiasi velocità. Probabilmente non è solo una questione di rumorosità (decibel) ma soprattutto di frequenza emessa. Quando si accende si ha come la sensazione di accendere una turbina, quindi con un rumore a frequenze più alte e meno cupo (meno bassi) rispetto ad altri asciugacapelli. Il risultato rimane comunque che si percepisce una rumorosità inferiore. Secondo Dyson questo risultato dipende anche da alcuni ammortizzatori acustici, che circondano il motore.

Invece in termini di asciugatura non ho notato molta differenza, per quanto riguarda le tempistiche. L'ho confrontato con altri asciugacapelli classici, e quello che ho notato è forse un getto d'aria più preciso. Si nota invece una differenza in termini di temperatura, il Supersonic non è mai stato fastidioso, probabilmente grazie al sistema  di regolazione automatica della temperatura (c'è una termoresistenza vicino al beccuccio che misura la temperatura 20 volte al secondo), mentre altri asciugacapelli, soprattutto quando avvicinati molto alla testa, costringono ad allontanarli per evitare di scottarsi. 

Provato anche da chi ha capelli lunghi, la sensazione percepita è quella di capelli più lisci e brillanti. Crediamo che questo possa ovviamente cambiare in base alla persona, ma di certo il risultato non sarà peggiore, ma piuttosto avrete buone opportunità che sia migliore rispetto a quello ottenibile con altri modelli.

MVIMG 20180102 130236

Essendo il motore posizionato nel manico, l'aria è aspirata dalla parte inferiore del manico. Inizialmente avevo il timore che mi sarei trovato spesso con la mano a occludere la zona di aspirazione, ma in realtà il manico è abbastanza lungo da spingere naturalmente ad afferrarlo nella zona più centrale, o comunque ben lontano dalle feritoie di aspirazione. Essendo la zona di aspirazione più piccola, è più semplice smontare la copertura e rimuovere la polvere che inevitabilmente si posizionerà sul filtro.

Verdetto

Il nostro spirito tecnologico non può far altro che apprezzare lo sforzo per innovare e migliorare un oggetto d'uso comune come un asciugacapelli, ma quanto cambia realmente rispetto un normale asciugacapelli? 

I principali miglioramenti sono un bilanciamento ottimale del peso, che fanno percepire una maggior leggerezza del prodotto e un controllo molto più preciso, nonché veloce, e una rumorosità più bassa, meno assordante, che è sempre la benvenuta.

Comodo, anche se non tra le caratteristiche che definiremmo essenziali, il sistema di aggancio magnetico delle bocchette e la soluzione che permette di mantenerle sempre fredde, e la forma stessa che permette di trasportalo più agilmente, nel caso decidiate di portarlo con voi durante un viaggio.

MVIMG 20180102 130114

Non ci sbilanciamo troppo sull'efficienza della messa in piega, essendo un campo che non ci compete, ma possiamo dire che se il tempo di asciugatura non si discosta molto da quello di altri asciugacapellli, la gestione della temperatura è migliore, situazione che dovrebbe essere migliore in termini di cura.

Tutto questo vale la spesa, che arriva a essere anche di quattro volte superiore a quella di un altro asciugacapelli di buona fascia? Non c'è una risposta netta a questa domanda. Certo molti sosterranno che un modello da 20 euro va più che bene, e non ha senso spendere un euro in più. Ma il Supersonic punta chiaramente a una clientela molto esigente, prettamente femminile, che è in grado di trarre beneficio da tutte le caratteristiche che abbiamo raccontato.

Molto probabilmente anche chi è più scettico, dopo averlo provato, non vorrà tornare a un normale asciugacapelli, considerando che alcune caratteristiche sono indubbiamente apprezzabili. Anche se per molti basterà il prezzo a rendere tale scelta ingiustificabile.


Tom's Consiglia

Dyson ha altri prodotti oltre agli asciugacapelli. Scopri di più a questo link.