Tom's Hardware Italia
Telco

Radio Rai accelera sul DAB+ con nuovi impianti e copertura nazionale al 57% entro giugno

Radio Rai ha attivato recentemente 8 nuovi impianti radio DAB+ raggiungendo una copertura nazionale del 49%, ma l'obiettivo è raggiungere il 57% entro giugno.

Radio Rai conferma il suo impegno nello sviluppo della copertura Dab+, sottolineando che grazie all’attivazione di altri 8 impianti a fine del 2018 il computo finale adesso è di 33 per una copertura complessiva nazionale del 49% del territorio.

“Queste attivazioni sono un’ulteriore dimostrazione di quanto la Rai stia accelerando sulla diffusione della radio digitale”, ha dichiarato Roberto Sergio, direttore di Rai Radio. “Da mesi ormai spingiamo su più fronti: quello dei contenuti, quello della distribuzione e quello del contesto. Nello scorso novembre Rai ha organizzato una giornata di convegno-evento sul tema stimolando istituzioni, operatori, costruttori di auto. L’anticipo sull’obbligatorietà delle radio Dab+ è stato il primo segno tangibile di quel nostro sforzo congiunto, insieme al forte interesse delle case automobilistiche a inserire le radio digitali quanto prima a bordo”.

Da ricordare che il DAB+ rappresenta l’ultima evoluzione della tecnologia digitale applicata alla radiodiffusione, contraddistinta da alta efficienza, stessa frequenza su tutto il territorio per una emittente, minime interferenze, servizi multimediali, maggiore qualità audio grazie al codec HE AAC, etc.

I nuovi 8 impianti migliorano la ricezione tra Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia e sono localizzati a: Andrate (To), Asti, Biella San Paolo, Borgo San Dalmazzo (Cn), Bra (Cn), Brescia Vedetta, Bric dell’Olio (Al), Campo dei Fiori (Va). Gli impianti si aggiungono così ai 25 già esistenti: Bologna Colle Barbiano, Capo d’Orlando (Me), Capo Milazzo (Me), Milano, Palermo Monte Pellegrino, Pordenone Castaldia, Torino Eremo, Venezia Campalto, Aosta Gerdaz, Monte Faito (Na), Monte Venda (Pd), Paganella (Tn), Punta Badde Urbara (Or), Roma Monte Mario, Cima Penegal (Tn), Ravina di Trento, Rovereto (tn), Saint Vincent (Ao), Agugliana (Vi), Bassa Val Lagarina (Tn), Como Monte Tre Croci, Spiazzi di Monte Baldo (Vr), Col de Courtil (Ao), Anacapri (Na), Capri Castello (Na).

Il progetto di sviluppo però prosegue ed entro il primo semestre 2019 – considerato che l’iter autorizzato ministeriale è già stato avviato – verranno attivati altri 28 impianti per raggiungere una copertura del 57%. Saranno garantiti inoltre i servizi sui principali tratti autostradali, con una seconda fase concentrata sulla dorsale Adriatica e sulle Isole.

Da ricordare infine che la piattaforma digitale Rai Radio oggi è fruibile via web, app, digitale terrestre, satellite e dab+. I canali generalisti e di servizio comprendono: Rai Radio 1, Rai Radio 2, Rai Radio 3, Isoradio, Gr Parlamento. E inoltre i canali digitali specializzati: Rai Radio 1 Sport, Rai Radio 2 Indie, Rai Radio Classica, Rai Radio Kids, Rai Radio Live, Rai Radio Techete’, Rai Radio Tutta Italiana.