Spazio e Scienze

Razzo SpaceX esplode durante il lancio, Hololens distrutti

Il cargo di SpaceX che avrebbe dovuto portare due esemplari di Hololens sulla Stazione Spaziale Internazionale è esploso domenica 28 giugno subito dopo il lancio, segnando di fatto il terzo fallimento di un volo di rifornimento per la ISS negli ultimi otto mesi.

spacex falcon 9 launch 2
SpaceX Falcon 9 al lancio

La navicella spaziale Dragon di SpaceX avrebbe dovuto decollare domenica nel primo pomeriggio a bordo di un razzo Falcon 9 della stessa azienda dalla base di Cape Canaveral, ma qualcosa è andato storto e dopo due minuti e 19 secondi dal decollo e il razzo si è disintegrato.

Leggi anche: Microsoft Hololens sbarca sulla Stazione Spaziale Internazionale

Il patron di SpaceX Elon Musk ha spiegato successivamente via Twitter che c'è stato un problema di sovrappressione in un serbatoio di ossigeno liquido, ma al momento non si sa di più. SpaceX è titolare di un contratto da 1,6 miliardi di dollari con la NASA per 12 voli cargo senza equipaggio verso la Stazione Spaziale. Quello di oggi era il settimo decollo, ed è la prima volta che accade un evento di questo tipo.

La navicella Dragon stava trasportando cibo, rifornimenti ed esperimenti scientifici, fra cui i due Hololens di cui vi abbiamo parlato, telecamere ad alta risoluzione progettate per osservare e studiare i meteoriti nell'atmosfera terrestre, e attrezzature che avrebbero aiutato i ricercatori a capire meglio cosa sono i microbi presenti all'interno della Stazione Spaziale e in che modo questi organismi si adattano alle condizioni ambientali. 

L'incidente di ieri continua la nefasta serie di altri due cargo, l'Orbital ATK Antares che è esploso poco dopo il decollo lo scorso ottobre, e il Progress russo che ha causato il posticipo del rientro di Samantha Cristoforetti sulla Terra.

Precisiamo infine che nonostante l'incidente di ieri i tre membri dell'equipaggio attualmente a bordo della Stazione Spaziale Internazionale non corrono alcun pericolo di rimanere a corto di mezzi di sostentamento, come ha sottolineato Michael Suffredini, program manager NASA per la Stazione Spaziale Internazionale. La ISS – ha precisato Suffredini – è normalmente rifornita con scorte sufficienti per sostenere gli astronauti per sei mesi; attualmente ci sono quattro mesi di autonomia.