Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Recensione cuffie Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint

Recensione delle Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint, cuffie con riduzione attiva del rumore più economiche rispetto alle soluzioni della concorrnza.

 Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint

 

Le Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint sono un modello di cuffie con riduzione attiva del rumore che si differenziano rispetto alle soluzioni della concorrenza grazie a un prezzo inferiore.

ac70 prod lead w 180

Introduzione

Le Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint sono un paio di cuffie più economiche rispetto alle soluzioni della concorrenza e al prezzo di circa 150 euro offrono un suono potente in un telaio compatto. La tecnologia di riduzione attiva del rumore delle ANC70 permette di ottenere un po' di silenzio anche nel più chiassoso dei contesti. E, a differenza delle cuffie Bose, potete continuare ad ascoltare la musica anche quando la batteria è scarica. Tuttavia, la comodità delle ANC70, così come le tonalità basse, potrebbero essere migliori.

Design

Nonostante il telaio in plastica, le cuffie ANC70 hanno un design accattivante. La parte superiore dell'archetto è rivestita in morbida pelle sintetica nera, che copre una sottile striscia di schiuma ad effetto memoria. Una piccolo gancio in plastica lucida argentata permette di ripiegare i padiglioni all'interno, mentre un secondo gancio li fa girare di 90 gradi, permettendo alle cuffie di assumere una forma piatta più adatta ad essere inserita nella custodia rigida inclusa.

I pannelli dei padiglioni sono decorati con striature verticali. Un effetto fatto per imitare le finiture in alluminio spazzolato, e che ci ha fatto venire voglia di avere a che fare con il vero metallo. In centro a ogni pannello c'è un logo di plastica argentata. Quando si accendono le cuffie, il bordo del logo sinistro s'illumina di blu e funziona come microfono e telecomando.

ac70 profile

Facendo scorrere il pannello destro verso l'alto si accede a un vano per una singola batteria AAA. L'interruttore di accensione e i controlli del volume sono posizionati sulla parte inferiore del padiglione sinistro.

In modo simile all'archetto, la parte a contatto con le orecchie delle ANC70 è realizzata in morbida schiuma ad effetto memoria, rivestita in pelle sintetica.

Comfort

Le ANC70 sono abbastanza comode. Grazie al posizionamento alto degli estensori dell'archetto, inizialmente abbiamo sentito un po' di pressione sulla parte superiore della testa. Dopo aver fatto alcune regolazioni, tuttavia, i padiglioni si sono adattati alle nostre orecchie. Abbiamo indossato le ANC70 in modo relativamente comodo per più di due ore.

Tuttavia, le ANC70 danno la sensazione di essere più strette rispetto alle Bose QuietComfort 15 e alle Beats Executive. Inoltre, la schiuma ad effetto memoria ci è sembrata più rigida rispetto a quanto avremmo gradito. Di queste tre cuffie, le Beats Executive sono quelle più comode, grazie ai cuscinetti morbidi che avvolgono le orecchie gentilmente.

Con un peso di 218 grammi, le ANC70 sono a metà strada fra le QC 15 e le Executive, che pesano rispettivamente 181 e 337 grammi.

Cavi audio

Il singolo cavo audio da 3,5 mm incluso con le ANC70 non ha il microfono e il telecomando integrato. Al posto di questa soluzione, i comandi e il microfono sono stati integrati nel logo luminoso sul padiglione sinistro.

In modo simile alle cuffie con telecomando con un solo pulsante, si può cambiare canzone, rispondere la chiamata e mettere in pausa la riproduzione musicale tramite una serie di pressioni sul pulsante. Per esempio, due click sul logo fanno partire la canzone successiva, mentre con tre click si torna a quella precedente.

Oltre al cavo audio, le ANC70 includono un adattatore da 6,3 mm e un adattatore da aereo.

Riduzione del rumore

Le ATH-ANC70 usano la riduzione attiva del rumore per bloccare i suoni ambientali. Abilitando questa funzione sulle ANC senza ascoltare la musica siamo riusciti a zittire i suoni meno intensi dell'ufficio, come i click delle tastiere dei nostri colleghi. Tuttavia non ci siamo immersi nel completo silenzio; siamo riusciti comunque a sentire ciò che stavano dicendo i nostri colleghi. Sembrava soltanto di ascoltarli da lontano.

ac70 case

Le ATH-ANC70 hanno svolto un lavoro rispettabile quando si è trattato di attutire alcuni dei suoni più chiassosi dell'affollata metro di New York. Abbiamo sentito il tamburellare ritmico del suonatore di bongo seduto nel mezzo della carrozza, anche se sembrava di sentirlo come se fosse sott'acqua. Le QC 15 sono riuscite a fare ancora meglio, zittendo quasi completamente l'improvvisata performance dell'artista.

Con le ATH-ANC70 tuttavia abbiamo avuto a che fare con un insistente sibilo e "scoppiettio" del rumore bianco creato per contrastare i suoni ambientali. Le Bose QuietComfort 15 continuano a essere le nostre preferite, visto che non abbiamo ancora provato una tecnologia di riduzione attiva del rumore migliore di quella di Bose.

Prestazioni audio

Dopo aver cominciato a riprodurre la musica, il mondo all'esterno delle ANC70 è scomparso, ed è stato rimpiazzato da un suono potente e allo stesso tempo sordo. I driver da 40mm offrono tonalità medie precise, ma il suono è leggero sui bassi e troppo accentuato sugli alti.

Quando abbiamo ascoltato Hit Me With Your Best Shot di Pat Benetar i suoni delle ANC70 ci sono sembrate più morbidi rispetto alle Bose QuietComfort 15. L'aspra chitarra e la voce frizzante erano alla pari delle QC 15, tuttavia i piatti erano troppo chiassosi e alzando il volume si sentivano quasi gracchiare.

I due modelli di cuffie si sono equivalsi nella versione di Tamia di Love Me In A Special Way. Nelle sezioni più differenziate, come le corde pizzicate dell'intro e le veloci strimpellate sulla chitarra, le ANC70 hanno offerto suoni più definiti. Le QC 15 invece avevano percussioni migliori, incluso un rullante più chiaro e il delicato tintinnio dei triangoli.

ca70 folded

Quando abbiamo ascoltato 1nce Again di A Tribe Called Quest abbiamo notato che le ANC70 erano un po' leggere sui bassi. La parte vocale di Q-Tip e Phife Dawg era chiara, così come le voci in sottofondo, ma le tonalità basse della canzone erano prevaricate dal rullante. Le QC 15 invece potevano contare su suoni più caldi e ricchi, insieme a colpi dei bassi soddisfacenti.

Abbiamo testato le ANC70 anche disattivando la tecnologia di riduzione attiva del rumore, e abbiamo scoperto una leggera diminuzione del volume, con bassi più morbidi. Tuttavia, anche gli alti e i medi hanno perso un po' della loro spigolosità, permettendo in questo modo di riprodurre la musica sulle cuffie ad un volume più alto.

Complessivamente, le ANC70 ci sono sembrate meno chiassose delle AKG K495 NC, anch'esse con la possibilità di riprodurre la musica con la tecnologia di riduzione attiva del rumore. Le K495 offrono suoni più caldi e ricchi, anche se sono molto meno rifiniti rispetto a quelli riprodotti dalle ATH-ANC70.

Autonomia

Le cuffie Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint usano una singola batteria AAA per alimentare la tecnologia di riduzione attiva del rumore. In modo simile alle AKG K495 NC, Audio-Technica afferma che il suo prodotto possa durare fino a 40 ore. Un'autonomia di gran lunga migliore rispetto alle Beats Executive e alle Bose QuietComfort 15, che hanno rispettivamente un'autonomia dichiarata di 25 e 35 ore.

Sulle ANC70 ci sarebbe piaciuta una batteria ricaricabile, come sulle cuffie AKG K495. Le batterie sono abbastanza economiche, ma la spesa totale per rimpiazzarle costantemente aumenta con il passare del tempo.

ac70 side

Le ANC70 non hanno mostrato segni di cedimento dopo ore di uso alternato. Ancora meglio, quando le batteria finisce di essere carica, le cuffie continuano a riprodurre la musica. L'unica cosa che si perde è la riduzione attiva del rumore. Lo stesso non si può dire per le Bose QC 15 o le Beats Executive, che si zittiscono nel preciso momento in cui la batteria non è più carica. Anche le K495 NC funzionano senza batterie, ma sono più costose rispetto alle ANC70

Chiamate vocali

Le cuffie Audio-Technica ATH-ANC70 QuietPoint offrono una buona esperienza con le chiamate vocali. Il sibilo della tecnologia di riduzione attiva del rumore riesce a insinuarsi anche nelle conversazioni, ma nonostante questo particolare la comunicazione è potente e abbastanza chiara per entrambi i lati. In alcuni casi il nostro interlocutore ci ha detto di aver sentito i clacson delle macchine mentre stavamo camminando nel centro di New York.

Verdetto

Le cuffie Audio-Technica ATH-ANC70 offrono un suono forte con medi ben bilanciati. Inoltre, la tecnologia di riduzione attiva del rumore è potente al punto da bloccare la maggior parte delle distrazioni esterne, anche se non con la stessa qualità delle Bose QuietComfort 15.

Ci piace molto la possibilità di usare le cuffie anche quando la batteria si scarica, ma siamo rimasti delusi dalla qualità sonora più debole. Ci sarebbe inoltre piaciuta una maggiore comodità, in modo simile a quanto provato con le Beats Executive. Complessivamente, le ANC70 sono una buona scelta per gli appassionati di musica in cerca di cuffie con riduzione attiva del rumore con un prezzo abbordabile.