Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Recensione cuffie gaming Logitech G230, suoni convincenti a basso prezzo

Recensione delle Logitech G230, un modello di cuffie gaming per giocatori con un budget ristretto.

Logitech G230

 

Le Logitech G230 sono un modello di cuffie gaming con un buon rapporto qualità prezzo, ma il microfono deludente e la mancanza di suoni surround potrebbero scontentare i giocatori più esigenti.

logitech g230 1 bb w 180

Introduzione

Basate sulle Logitech G430 (circa 70 euro), le G230 (55 euro su Amazon) offrono la stessa qualità sonora e il comodo design del modello più datato, ma con meno funzioni e un prezzo più competitivo. I giocatori professionisti potrebbero gradire una maggior quantità di opzioni, ma con questo prezzo e per essere un paio di cuffie di fascia bassa le G230 si comportano dignitosamente.

Design

Se avete familiarità con il modello più datato delle G230, le G430, potete aspettarvi sostanzialmente lo stesso design. I due dispositivi sono praticamente identici, fatta eccezione per tre elementi: le G230 non hanno né un adattatore USB, né un software d'accompagnamento e usano una schiuma rossa per l'imbottitura della fascia al posto di quella blu (che personalmente credo sia fantastica, ma i vostri gusti potrebbero essere diversi).

logitech g230 2

Come le G430, le G230 sono fra le cuffie più comode disponibili sul mercato. Possono contare su un archetto estensibile, padiglioni oscillanti, imbottiture comode e un microfono semi flessibile. La qualità dei padiglioni è sufficiente per mettere le G230 chilometri avanti rispetto alla maggior parte dei prodotti della concorrenza, e sono persino più saldi rispetto alla loro controparte sulle G430.

Il mio più grosso rammarico, come con le G430, è che queste cuffie sembrano abbastanza fragili. Sia le parti in plastica sia quelle in metallo sono sottili. Con tutta probabilità il dispositivo può sopportare un uso abbastanza "aggressivo", ma non sarei incline a mettere queste cuffie sul fondo di una valigia o a usare il microfono con troppo vigore.

Comodità

I padiglioni oscillanti fanno una grossa differenza quando si parla di cuffie gaming, e le G230 sono uno dei pochi modelli a includere questa caratteristica. I padiglioni stessi sono una meraviglia: il design over ear con imbottiture di dimensioni generose li mantiene saldi nella loro posizione senza alcuna pressione o scomodità, anche per lunghi periodi di tempo.

logitech g230 5

Una cosa da sottolineare è che l'imbottitura dei padiglioni e molto più spessa e ampia rispetto a quella sull'archetto. Questo non mi ha dato fastidio, ma potrebbe far scontento chi gradisce un maggiore supporto sulla testa.

Prestazioni gaming

Quando si parla di qualità sonora durante le partite le G230 non deludono. Ho testato la periferica con Titanfall e Assassin's Creed Unity per vedere come si sarebbe comportata. Nonostante i suoni siano risultati complessivamente piatti, le cuffie sono riuscite ad accompagnare perfettamente l'azione in-game, senza incidere negativamente sulle mie prestazioni in entrambi i giochi.

L'audio di Titanfall si è sentito bene, ma ha messo in mostra una potenziale debolezza delle G230, soprattutto per chi gioca ai titoli multiplayer competitivi: la mancanza di audio direzionale. Nonostante il suono surround delle G430 non mi abbia convinto pienamente, è difficile negare che sia d'aiuto durante i match multiplayer competitivi. Sono riuscito a sentire chiaramente il rombo delle armi futuristiche e dei robot con le G230, ma non ha migliorato le mie prestazioni.

logitech g230 3 w 300

Ho avuto un'esperienza simile con Assassin's Creed Unity. Incrociare le spade con le guardie realiste francesi, scattare attraverso la folla di rivoltosi e gettarsi nelle balle di fieno, generavano tutti suoni perfettamente udibili e chiari, ma non abbastanza vari da rendere l'esperienza coinvolgente. Anche la fantastica colonna sonora era leggermente sommessa.

Se state cercando di ascoltare i suoni di un gioco senza disturbare i vostri coinquilini, o semplicemente non avete altoparlanti decenti, le G230 svolgono il loro lavoro. Se invece avete bisogno di un modello di cuffie di fascia alta o di godervi i vostri giochi con audio di qualità cinematografica, le G230 non sono all'altezza di ciò che cercate.

L'unico grosso difetto delle cuffie risiede nel microfono. Senza la gestione del software Logitech il microfono è estremamente silenzioso e pieno di rumori di fondo e interferenze, almeno quando ho provato a testarlo con i miei colleghi. Ci sono voluti numerosi accorgimenti per farlo funzionare su Skype. In un'incandescente partita multiplayer con decine di altri suoni che richiedono la vostra attenzione, potrebbe essere ancora più difficoltoso.

Software

Le G230 non usano alcun software ma, giusto per curiosità, le ho collegate al mio PC con l'adattatore USB incluso nella confezione delle G430. Il Logitech Gaming Software ha scambiato le G230 per le più complesse G430, attivando le funzioni extra – fino a un certo punto. Il mio consiglio è di dimenticarvi dell'adattatore; le G230 non sono state concepite con la compatibilità software, e se volete divertirvi con l'equalizzatore e il suono surround vi conviene spendere una quindicina di euro in più e acquistare il modello di fascia più alta.

Prestazioni musicali

Le G230 e le G430 dovrebbero essere identiche a livello musicale, ma in verità le G230 sono la scelta migliore. Questo modello fa a meno del convertitore USB e si collega direttamente ai jack per il microfono e per l'audio del vostro PC, restituendo un suono più pulito e chiaro rispetto a quanto si potrebbe ottenere passando da una porta USB e un software proprietario.

logitech g230 4

Tuttavia, potete collegare anche le G430 direttamente nel computer e ottenere la stessa qualità sonora. Facendo così perderete alcune delle funzioni extra delle G430, non integrate nelle G230 a favore di una maggiore semplicità.

Ho testato le G230 con una discreta varietà di canzoni, e nonostante il panorama sonoro non fosse così ricco come quello offerto da un paio di cuffie dedicate alle musica, la mia esperienza ha superato le aspettative che ripongo nelle cuffie gaming. La musica si sentiva chiaramente, con un bilanciamento sensibile fra i bassi e gli alti e nessun riverbero solitamente comune su questo tipo di periferiche.

Conclusioni

Quando ho testato le Logitech G430 pensavo che fossero complessivamente un buon modello di cuffie, anche se ho rilevato che alcune delle sue funzioni non arrivavano a esprimere il loro pieno potenziale. Le G230 evitano a piè pari questo problema concentrandosi sui bisogni dei gamer minimalisti e togliendo ciò di cui non c'è bisogno per questa categoria di giocatori. Il risultato è una periferica con meno possibilità di personalizzazione, ma anche meno costosa, più semplice e in grado di offrire un suono più chiaro in ogni condizione.

logitech g230 1

Il set limitato di funzioni e il microfono deludente impediscono a queste cuffie di ottenere un punteggio più alto, ma per i giocatori con un budget limitato le G230 sono una delle scelte migliori.