Tom's Hardware Italia
IoT

Recensione Google Home e Home Mini, un’esperienza da provare

Pagina 1: Recensione Google Home e Home Mini, un’esperienza da provare
Google Home   Google Home è un altoparlante smart con l'assistente vocale Google integrato. PRO: buona qualità e potenza sonora, i microfoni funzionano bene e l'assistente vi sente anche in situazioni rumorose, buona quantità di funzioni già presenti, facilità d'installazione, possibilità di impostare più impronte vocali, estesa compatibilità con prodotti domotici, prezzo (soprattutto per il […]

Google Home

 

Google Home è un altoparlante smart con l'assistente vocale Google integrato.

google home award


Google Home è finalmente disponibile anche in Italia, con l'assistente Google che parla italiano. Lo diciamo subito: non è ancora in grado di fare tutto quello che fa il cugino anglofono, ma è già compatibile con moltissime funzioni e altre arriveranno nei prossimi mesi. Questo significa che se lo desiderate, non c'è motivo di aspettare altro tempo.

Facciamo un passo indietro. Google Home e Google Home Mini, i due modelli disponibili in Italia, sono altoparlanti che integrano l'assistente vocale Google. L'interazione non è differente dall'assistente integrato nel vostro smartphone, ma il modello d'uso è decisamente migliore. Avere un assistente, collegato a un altoparlante, presente stabilmente nelle nostre case e sempre in ascolto, è un po' come parlare con la propria casa, e le occasioni d'interazione sono molto maggiori rispetto a quanto avviene con uno smartphone.

Home e Home mini, come sono fatti

Piccolo, arrotondato e con la sua forma a tronco di cono, Google Home ha un design lineare e pulito. L'obiettivo per questi altoparlanti smart è posizionarsi in qualsiasi ambiente senza sfigurare, e di conseguenza Google ha optato per un'estetica poco invasiva.

home 11

I microfoni sono posizionati nella superficie superiore, che integra anche alcuni LED e dei comandi sensibili al tatto. Effettuando delle rotazioni sulla superficie potrete alzare e abbassare il volume. La parte inferiore, che funge da base e nasconde i tre altoparlanti, si può rimuovere semplicemente sfilandola; è ancorata con dei magneti. La funzione è semplicemente estetica, non avrete bisogno di accedere agli altoparlanti, ma potrete personalizzarlo nel colore.

Sul fondo c'è il connettore d'alimentazione, e dietro un pulsante permette di disattivare i microfoni.

home 04
home 06
home 09

Home Mini è molto più piccolo e discreto. Una piccola sfera schiacciata, ma sempre elegante, che si può posizionare ovunque. Il connettore dell'alimentazione in questo caso è una porta Micro USB posizionata sul bordo, dove è presente anche un interruttore per la disattivazione del microfono.

In questo caso l'altoparlante è solo uno, e nascosti sotto alla superficie ci sono quattro LED. È possibile controllare il volume picchiettando sui bordi destro o sinistro.

Qualità audio

Si tratta di assistenti intelligenti, ma anche di altoparlanti, quindi dedichiamo qualche parola alla qualità dell'audio Nonostante le dimensioni, entrambi i Google Home offrono una potenza sonora molto soddisfacente. Ben sopra a quello che immaginavamo.

Google Home, soprattutto, riesce a offrire una potenza audio in grado di sonorizzare senza problemi una stanza di medie-grandi dimensioni. Il suono è corposo, con una buona dose di bassi, senza mai essere sbilanciato. Intendiamoci, non è l'altoparlante che consiglieremmo a un audiofilo, ma la resa è estremamente soddisfacente. 

google home (8)

E lo stesso si può dire per il piccolo Home Mini. Meno potente e accurato rispetto a Google Home, è comunque in grado di sonorizzare una stanza di piccole / medie dimensioni. Come un bagno o una camera da letto.

Installazione

Installare Google Home è un gioco da ragazzi. I meno esperti potrebbero trovarsi un po' in difficoltà, a onor del vero, dato che sarà necessario collegare vari servizi e applicazioni, ma una procedura vi guiderà lungo tutto il percorso. Se invece usate quotidianamente uno smartphone Android con varie applicazioni, sarà un gioco da ragazzi.

home 02

Collegate la spina, e l'assistente vi dirà che dovrete scaricare sul vostro smartphone l'applicazione Google Home, che è disponibile sia per iOS che Android. Aprite l'applicazione e in automatico cercherà la presenza nelle vicinanze di un altoparlante smart. Lo troverà e vi guiderà nella connessione alla rete Wi-Fi e all'abilitazione dei vari servizi. Home e Home Mini funzionano indipendentemente dallo smartphone, che userete solo per la configurazione e personalizzazione.

È appunto la personalizzazione che vi richiederà più tempo, e che vi permetterà di decidere, ad esempio, da quale servizio musicale primario attingere della musica, quale TV usare per riprodurre filmati da YouTube o Netflix, ad esempio, o quali altri prodotti compatibili con Google Home potrà controllare, assieme ad altre informazioni che userà per parlarvi direttamente: ad esempio, dopo che avrete registrato la vostra impronta vocale, potrete invitare gli altri membri della famiglia a fare lo stesso, così che Google capirà chi gli sta parlando e darà le risposte in base alle preferenze personali.