Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Recensione Plantronics Rig, cuffie per gamer e appassionati di musica

Recensione delle Plantronics Rig, un modello di cuffie indirizzato agli appassionati di musica e videogiochi.

Plantronics Rig

 

2

Introduzione

Quando si parla di tecnologia indirizzata ai consumatori la semplicità trionfa sulla "profondità" 9 volte su 10. Prendiamo come esempio le Plantronics Rig: un modello di cuffie dotato di amplificatore in-line che permette di controllare l'audio in gioco, la musica, la chat vocale e persino le chiamate telefoniche. Le Rig sono comode, non troppo grandi e con un buon suono, ma molte funzioni dell'amplificatore invece che essere integrative si rivelano superflue, e non all'altezza dei prodotti più costosi.

Design

Un ambito in cui le Rig hanno un grande successo sta proprio nel loro aspetto. Diversamente dalla maggior parte delle cuffie gaming "enormi" o addirittura "scomode e enormi", le Rig sono piccole ed eleganti, e assomigliano a un normale paio di cuffie Plantronics. La periferica ha un attraente colorazione rossa e nera che la rende alla moda ma senza essere troppo aggressiva.

cop

I padiglioni hanno una soffice imbottitura in schiuma mentre la fascia che circonda la testa ha una imbottitura rigida. In entrambi casi la comodità è elevata. (I padiglioni non oscillano, il che non è l'ideale, ma ciò non sembra influire in modo particolarmente negativo sulla qualità delle cuffie.) Vi è inoltre un amplificatore in-line, ma ne parleremo dopo.

È anche interesante notare che Plantronics ha fornito utili video di un ragazzo con la capigliatura "afro" per dimostrare fino a quanto è possibile sistemare le proprie cuffie per il massimo comfort. Essendo un gamer con una pettinatura "jewfro", vale a dire "selvaggia", questa caratteristica mi riscalda il cuore.

Si ha inoltre la possibilità di scegliere tra un microfono rigido o in-line. Quello rigido non ha nulla di speciale, è grande, ingombrante e non si muove, quindi l'unica opzione è sperare che sia ad una distanza corretta dalla vostra bocca.

Comfort

Dal momento che dovrete indossarle per ore, è necessario che le Rig siano comodissime. I padiglioni sono grandi e la fascia è regolabile, il che significa che sarete in grado di trovare una forma adatta alla vostra testa, a prescindere dalla grandezza del capo.

1

Ancora meglio, dal momento che le Rig sono più piccole di un paio di cuffie tradizionali, non vi è un eccessivo peso da portare sulla testa. Ho indossato le Rig per lunghe sessioni di gioco o di lavoro, e non ho mai sentito il bisogno di doverle togliere.

Per completezza ho consegnato le Rig a un mio collega che ha confermato la mia tesi: è una comoda periferica che offre una buona qualità sonora.

Prestazioni gaming

Ho giocato a Titanfall e Assassin's Creed Unity per spingere le Rig al massimo. Il primo mi ha dato un'idea di come si comportano in un match multiplayer, il secondo invece mi ha aiutato a giudicare le prestazioni in una coinvolgente avventura single player.

Le Rig si sono comportate bene in entrambi i casi, ma non mi ha colpito nulla in particolare. Ho ascoltato i suoni delle futuristiche battaglie fantascientifiche di Titanfall e i mormorii dei cittadini parigini di Assassin's Creed Unity, ma non hanno migliorato il mio gameplay e il mio rendimento in-game.

Il microfono, invece, va alla grande. L'ho testato con un mio collega che mi ha informato che la mia voce aveva un suono forte e chiaro, con nessun rumore statico e quasi nessuno di sottofondo. Le Rig includono inoltre un cavo in-line nel caso in cui si voglia utilizzare il cellulare, ma sicuramente sarà evitato nei giochi.

Funzioni

Le Rig non dispongono di un software, ma l'amplificatore in-line offre quasi le stesse funzioni. Quando s'inseriscono le cuffie in questo dispositivo circolare, si può controllare il volume generale, il volume della chat e dello smartphone. Si può inoltre scegliere se zittire il microfono e selezionare fino a 3 differenti impostazioni sonore.

Avendo la possiblità di scegliere tra un software e un dispositivo in grado di offrire le stesse funzioni, indubbiamente sceglierei il secondo. L'amplificatore in-line delle Rig è molto buono, anche se non dispone di alcune importanti funzioni. Le impostazioni sonore preselezionate non sono molto differenti, e non c'è un regolatore per gli alti e i bassi. Inoltre non si può modificare un profilo audio, si può solamente scegliere e sperare che sia il migliore.

Infine, usando l'amplificatore si sente un fastidioso sibilo. Una volta inserite le Rig nel computer, nel cellulare o in qualsiasi altro dispositivo o console, sembrano come un classico paio di cuffie Plantronics. Quando si usa l'amplificatore (cioè ogni volta che si desiderano sfruttare tutte le funzioni extra) le Rig hanno un suono più attenuato e "impastato". Il sibilo non è poi così fastidioso, specialmente se si alza il volume prima da computer, anche se non dovrebbe nemmeno esistere.

2

Una delle funzioni più interessanti delle Rig è la possibilità di gestire le chiamate inserendo le cuffie nell'amplificatore. È possibile modificare il volume delle chiamate indipendentemente dal fatto che si stia giocando a una partita online e si debba rispondere a una chiamata importante.

La bella notizia è che funziona, la cattiva è che non lo fa molto bene. Durante la chiamata con un collega, mi è stato detto che la voce si sentiva, ma sembrava quasi "sporcata" da un rumore di sottofondo. Io non sono riuscito a sentirlo molto bene fino a quando non ho alzato il volume della chiamata e abbassato quello del gioco.

L'amplificatore possiede inoltre un pulsante che permette di rispondere alle chiamate e d'interromperle. Tutto questo ha funzionato su un iPhone 6 e un Samsung Galaxy S6 edge, ma non su un Motorola Moto X. Plantronics ci ha comunicato che non ci sono problemi sugli ultimi dispositivi iOS e Android, ma i possessori di Moto X dovrebbero essere consapevoli di questo potenziale difetto.

Prestazioni musicali

Plantronics è celebre per per creare cuffie di qualità, e le Rig hanno confermato questa tradizione anche durante la riproduzione musicale. Ho testato le cuffie con tutti i generi musicali, dal barocco al punk, e sono rimasto molto soddisfatto da quello che ho sentito.

3

Ho ascoltato canzoni di G.F. Handel, Old Crow Medicine Show e Flogging Molly, e il bilanciamento dei suoni era eccellente. L'audio era cristallino (salvo per il sibilo), con un perfetto bilanciamento tra alti e bassi.

Conclusioni

Le Plantronics Rig sono estremamente comode a hanno un buon suono, e queste due qualità contano molto. Tuttavia, le Turtle Beach PX22 hanno un migliore amplificatore in-line e le Logitech G430 costano molto meno ma offrono un suono molto simile. Potete optare per le Rig se vi dovesse piacere il design e vorreste un modello di cuffie che funzionano bene su PC, console, palmari, tablet e smartphone. Ma non prendetele per il mixer.

Plantronics RIG Plantronics RIG
Turtle Beach PX22 Turtle Beach PX22
Logitech G430 Logitech G430