Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Recensione Sharp LC-70UI7652E, un 70 pollici senza troppe pretese


Sharp LC-70UI7652E
Diagonale
70
Risoluzione
4k
Pannello
LCD
Sistema Operativo
Aquos Net+
HDMI
3
Lo Sharp LC-70UI7652E è un televisore 4K da 70 pollici non perfetto, soprattutto per quanto riguarda upscaling e sistema audio, ma che per la sua diagonale ha un prezzo interessante.

Se volete un televisore dalla diagonale davvero grande, ma non siete disposti a spendere una cifra altrettanto generosa, le vostre scelte si riducono drasticamente e, tra queste, lo Sharp LC-70UI7652E è una delle scelte migliori. Parliamo infatti di un TV con diagonale di 70 pollici che su Amazon è reperibile a un prezzo di circa 1000 euro o anche meno, una cifra a cui già prendere un OLED è assai difficile, ma che diventa impossibile per un 70 pollici.

Attualmente infatti i TV di grandi dimensioni sono quasi sempre top gamma e i top gamma, a loro volta, utilizzano pannelli OLED, che si traduce in un solo modo: i top gamma di grandi dimensioni costano tantissimo.

Ecco perché, in determinate situazioni come quella che abbiamo usato ad esempio, può avere senso rivolgersi a uno dei pochissimi prodotti che utilizzano ancora schermi LCD. Magari la qualità complessiva non sarà allo stesso livello di quella offerta dai competitor con tecnologia OLED, vuoi per la resa cromatica, vuoi per il rapporto di contrasto, ma il prezzo è decisamente contenuto.

Materiali e design

I materiali impiegati per lo Sharp sono di buona qualità e contribuiscono a conferire al TV un aspetto premium che non lo farà sfigurare assolutamente dinanzi ai concorrenti più blasonati. Cornici e piedistalli sono infatti realizzati in metallo, rendendo lo Sharp LC-70UI7652E un TV sobrio ma elegante, adatto a qualsiasi ambiente, da quelli domestici alle vetrine dei negozi. Unico neo, dal punto di vista del design, la presenza di cornici piuttosto spesse, un dettaglio ormai in controtendenza rispetto al resto del mercato.

Ovviamente utilizzare la tecnologia LCD anziché OLED ha una ricaduta, negativa, sulle dimensioni. Sebbene il pannello non abbia uno spessore superiore ai due centimetri, lo Sharp infatti misura 564,1 x 965,7 x 326,0 mm, che diventano 1564,1 x 900 x 79,1 mm se si includono anche i due piedistalli di supporto, mentre il peso è elevato, ben 30 chili. Certo, un TV non si sposta così di frequente, ma è bene assicurarsi che il supporto sul quale lo poggerete è in grado di reggere un peso così gravoso.

Purtroppo però tanto è esteticamente gradevole e di buona fattura il display, tanto è invece economico e poco curato il telecomando. Quest’ultimo infatti anzitutto è realizzato in plastica assai leggera, tanto da far fatica a impugnarlo in maniera salda, e poi ha dimensioni tali da impedire o quantomeno ostacolare, il raggiungimento di tutti i pulsanti con una sola mano. Da notare anche infine l’assenza del tasto Home, solitamente molto comodo quando si vuol tornare alla schermata principale dopo essersi addentrati tra i menu dei comandi.

Visto il prezzo del televisore, tutto sommato una piccola rinuncia sul telecomando si può anche fare, ma magari da un brand prestigioso come Sharp era lecito potersi aspettare qualcosa di più.

Connettività e audio

Il parco connessioni dello Sharp LC-70UI7652E è piuttosto completo. Il TV infatti offre 3 porte USB, tre ingressi HDMI e 3 Mini SCART, oltre ovviamente agli ingressi per antenna e satellite, a un jack audio per cuffie e a un’uscita ottico digitale.   Non manca poi un plug RJ 45 per la connessione alla rete Internet, una presa Component/YPbPr, una Composite – Ingresso + Audio – Ingresso e un lettore di schede SD.

Purtroppo però il vero punto debole di questo TV è forse proprio e soprattutto l’impianto audio. Sulla carta il sistema, curato da Harman Kardon, dovrebbe essere in grado di offrire buone prestazioni, grazie a due speaker da 10 W ciascuno, abbinati a un subwoofer da 20 W, e invece no. Il volume massimo ad esempio, benché sia in grado di garantire un audio privo di distorsioni, può sonorizzare un ambiente di medie dimensioni, ma nulla di più.

Il limite di questo impianto però non consiste unicamente nel volume piuttosto basso, ma anche nella qualità generale, che presenta una definzione scarsa e una spazialità pressoché assente. Nonostante la presenza del subwoofer poi i bassi sono quasi impercettibili. Insomma l’impianto audio integrato riesce a far emergere bene i toni medi, consentendo quindi di seguire agevolmente i dialoghi dei film, ma se utilizzate la vostra TV anche per altro, ascoltare musica o giocare ad esempio, o se comuqnue pretendete un impatto sonoro più coinvolgente, allora il consiglio è di rivolgervi a un impianto audio esterno.

Software e funzionalità

Il TV Sharp LC-70UI7652E utilizza il software proprietario Aquos Net+, piuttosto semplice e intuitivo, ma con qualche limite di ergonomia e usabilità. Anzitutto, come per il telecomando, anche qui manca un tasto per tornare al menu principale. Per farlo bisogna cliccare su menu, ma questo non sempre riporta alla home.

Da qui comunque è possibile avviare le applicazioni preinstallate, aggiungerne altre tra quelle disponibili nel catalogo, regolare le impostazioni video etc. Da un punto di vista logico, la fruizione è semplice, perché le varie sezioni sono organizzate in altrettante pagine, ed è quindi facile navigare passando dall’una all’altra.

Purtroppo però è risultato impossibile modificare le impostazioni di base mentre ci si trova all’interno di un’app di streaming, come ad esempio Netflix. In questo caso infatti non c’è altra scelta che uscire dall’app, regolare l’impostazione desiderata e quindi rientrare nell’app, una procedura quantomeno macchinosa e scomoda. Fortunatamente questo non vale se invece si utilizza una fonte HDMI o si guardano i canali in chiaro.

Per quanto riguarda la qualità dell’immagine, quattro sono le modalità disponibili. A noi la più convincente è parsa quella Standard, ma chi dovesse preferire colori ancora più saturi potrà utilizzare quella Gaming. Sharp offre poi anche una funzione di riduzione del rumore regolabile su quattro diversi livelli. La differenza tra di essi però è poco apprezzabile e in generale, anche applicando solo il primo dei quattro si ottiene qualche risultato visibile, ma a scapito della definizione dell’immagine, che risulta degradata, con linee e dettagli un po’ impastati.

Qualità immagine

Quando si sceglie un TV 4K uno degli aspetti fondamentali è poter contare su un efficace algoritmo per l’upscaling, che consente cioè di elevare la risoluzione delle trasmissioni o dei film in HD, in modo da consentire una visione gradevole anche dei contenuti meno recenti, almeno finché si è seduti ad alcuni metri di distanza dallo schermo. Questo però purtroppo non avviene con lo Sharp LC-70UI7652E.

Per testarne le capacità abbiamo riutilizzato due contenuti già usati nella recensione dell’HiSense H55O8B OLED, vale a dire Star Trek: The Next Generation e Life of Brian e con entrambi lo Sharp ha mostrato dei limiti.

In Star Trek ad esempio il miglioramento della qualità dell’immagine è solo leggero, ma a scapito di colori troppo saturi, che solo in parte siamo riusciti a compensare tramite l’utilizzo delle impostazioni software. Con entrambe le fonti comunque il rumore è sempre rimasto molto evidente, non consentendo così di gustare questi contenuti datati al meglio su uno schermo di tali dimensioni.

In generale, su una scala da 0 a 100, dove 100 ovviamente sarebbe l’eccellenza, questo Sharp non otterrebbe più di un 70. Un punteggio dignitoso che però non sarebbe accettabile su TV OLED dal prezzo assai superiore. Qui invece dobbiamo considerarle del tutto adeguate, ricordandoci che stiamo parlando di un 70 pollici 4K con un prezzo inferiore ai 1000 euro.

La situazione comunque migliora passando a testare contenuti a risoluzione nativa. Benché infatti per via del pannello LCD il contrasto sia inferiore a quello degli schermi OLED e nelle aree buie si perdano alcuni dettagli, nell’insieme la resa è davvero convincente.

Sia utilizzando Love, Death & Robots che alcuni episodi della serie Dark, la definizione delle immagini era notevole, rendendo sempre giustizia ai contenuti. Utilizzando il film Ghost in The Shell (la versione live action con Scarlett Johansson) e alcuni episodi della serie Altered Carbon, si sono evidenziati maggiormente i problemi di perdita di definzione nelle aree scure e di bassi valori di contrasto, con i lampi di luce riprodotti con una qualità solo accettabile. Con un eventuale local dimming la situazione sarebbe stata ovviamente migliore, ma non staremmo parlando di un TV con questo prezzo.

Verdetto

Nell’insieme questo Sharp LC-70UI7652E con schermo LCD convince, a patto di tener presente il fatto che stiamo parlando di un 70 pollici 4K con un prezzo pari o inferiore ai 1000 euro. Una soluzione sicuramente assai difficile da trovare sul mercato, visto che i TV con pannelli OLED tendono ad avere un prezzo sensibilmente maggiore.

Certo, le pecche non mancano, dal telecomando non proprio convincente a un software dall’ergonomia rivedibile in alcune situazioni, fino a un audio dal volume basso e dai bassi scarsi, per arrivare a un upscaling non particolarmente convincente, ma se appunto si mette in relazione l’ampia diagonale al prezzo davvero contenuto si capisce di poter difficilmente pretendere molto di più.

È ovvio che se ci si accontenta di una diagonale minore o se si dispone di un budget più sostanzioso, si possa puntare a TV con una qualità complessiva più elevata, ma se avete l’esigenza di un 70 pollici che sia economico, lo Sharp LC-70UI7652E è il televisore che fa al caso vostro.

Sharp LC-70UI7652E

Lo Sharp LC-70UI7652E non offre il massimo in termini di qualità: le prestazioni in upscaling sono solo sufficienti, il volume massimo non è elevatissimo, così come la qualità della riproduzione, il comparto audio manca di bassi convincenti e il software ha qualche limite di usabilità, tuttavia il televisore si comporta ottimamente con i contenuti 4K nativi e soprattutto, vista la diagonale, ha un prezzo davvero interessante.


Verdetto

Sharp LC-70UI7652E è un TV convincente? La risposta dipende dall'ottica da cui lo si guarda. Se il vostro obiettivo è trovare un televisore di grande diagonale (parliamo di un 70 pollici) ma che sia anche economico, le vostre scelte si restringono di molto e, tra queste, sicuramente lo Sharp rappresenta un'ottima soluzione. Certo, i limiti non mancano, parliamo di un TV con pannello LCD, dotato di un upscaling non particolarmente efficace e con un sistema audio carente, soprattutto per quanto riguarda la riproduzione dei bassi e il massimo volume raggiungibile. Però parliamo anche di un televisore che offre una riproduzione convincente dei contenuti 4K nativi, con un'estetica curata e soprattutto un prezzo imbattibile: su Amazon infatti nel momento in cui chiudiamo questa recensione è reperibile a un prezzo di 980 euro, imbattibile in rapporto alla diagonale.

Pro

• Ottima qualità dell’immagine con contenuti 4K
• Prezzo interessante per un 70 pollici

Contro

• Upscaling non particolarmente efficiente
• Audio con pochi bassi