Home Cinema

Recensione Sony A9 OLED


Sony A9 OLED
Diagonale
48
Risoluzione
4K
Pannello
OLED
Forma
16:9
3D
No

Insieme all’LG CX48, il Sony A9 (KD-48A9) è il primo televisore OLED di “piccolo formato”. Grazie alla diagonale da 48 pollici e al design compatto si adatta più facilmente ai salotti piccoli e agli spazi meno generosi.

Questo fatto di per sé è sicuramente una buona notizia, perché significa che avere poco spazio non obbliga più ad accontentarsi in fatto di qualità, anche se naturalmente avere uno tra i migliori televisori in circolazione significa anche pagarne il prezzo. E nel caso di questo Sony A9 le cifre in gioco sono sostanziose.

Design

Come nella maggior parte degli aspetti, il design del Sony A9 Master Series è fondamentalmente identico a quello del Sony A8 e a quello del Sony AG9, fatta eccezione per le dimensioni. Vi rimandiamo alle recensioni di quei modelli per dettagli che non abbiamo approfondito in questo articolo.

Ritroviamo quindi il pannello sottilissimo, anche se lo spessore totale del televisore è comunque intorno ai 20 cm, visto che la parte inferiore e posteriore deve dare spazio ai componenti elettronici e agli altoparlanti. In ogni caso è un televisore compatto e leggero, che risulterà facile da installare in ogni ambiente.

Se decidete di usare il piedistallo, troverete un supporto particolarmente basso e discreto. In effetti il televisore risulta sollevato dal piano di pochissimo, solo qualche millimetro. Una scelta che esteticamente convince, ma se volete metterlo su una scrivania e usarlo come monitor per il PC, allora potrebbe essere necessaria qualche soluzione per tenerlo un po’ più in alto – altrimenti la parte più bassa finisce per essere coperta dalla tastiera e dalle nostre stesse mani.

Siamo sicuri, comunque, che saranno poche le persone che useranno uno schermo da 48 pollici come monitor per il PC. Il design potrebbe però essere un problema anche per chi vuole usare una soundbar sotto al televisore stesso: in questo caso, bisognerà trovare una soluzione alternativa e potrebbe essere necessario un mobile nuovo. Sony probabilmente conta sul fatto che non vorrete usare una soundbar, grazie alle qualità audio (eccellenti in effetti) di questo televisore.

La soluzione migliore, comunque, secondo noi è sempre il montaggio a parete tramite il supporto VESA.

Dietro e ai lati troviamo un set completo di connessioni: antenna, satellite, tre porte USB, uscite audio ottica e jack, quattro HDMI, di cui una con supporto eARC. Manca purtroppo la possibilità di gestire segnali video 4K/120 FPS via HDMI, il che rende questo televisore meno interessante per chi sta considerando l’acquisto di una PS5 o Xbox Series X, o anche per chi vuole usare il televisore in abbinamento a un PC gaming di fascia alta.

Qualità dell’immagine

Il Sony A9 è costruito intorno al processore Sony X1 Ultimate, il migliore offerto dalla casa giapponese e lo stesso che troviamo sul Sony AG9 e sul Sony A8. E infatti troviamo le stesse, incredibili prestazioni degli altri due televisori.

Ritroviamo poi le altre caratteristiche che abbiamo apprezzato negli altri TV Sony: Object-Based Super Resolution, Object-Based HDR Remaster, Pixel Contrast Booster, X-Motion Clarity (ma Sony AG9 vanta Motionflow XR, che è leggermente meglio) e Acoustic Surface Audio (AG9 ha invece Acoustic Surface Audio+).

Rispetto al top di gamma AG9, dunque, rileviamo qualche caratteristica inferiore. Ma si tratta di un’inferiorità solo “sulla carta”, perché il Sony A9 resta un televisore eccellente. Sony, forse, potrebbe tentare di gestire il proprio catalogo in un modo più ordinato e più coerente.

Detto questo, non c’è molto da dire sulle prestazioni del Sony A9, che non abbiamo già detto a proposito del Sony A8 e del Sony AG9. Contrasto perfetto, gestione del movimento esemplare, il miglior upscaling disponibile oggi sul mercato. Esattamente come i suoi fratelli, questo Master Series rappresenta il meglio disponibile sul mercato oggi, se il vostro parametro è la qualità delle immagini – a prescindere dalla fonte utilizzata.

Le impostazioni di default ci sono piaciute, ma se non dovesse essere il vostro caso Sony mette a disposizione moltissime opzioni per regolare le immagini come preferite.

Rispetto al suo concorrente diretto, LG CX48, il Sony A9 riesce a fare un po’ meglio quanto a dettagli nelle aree più scure dell’inquadratura, e ha forse qualche alone in meno nei passaggi più complessi. È una differenza che si può notare solo facendo molta attenzione però, e solo se si ha la fortuna di vederli uno accanto all’altro.

Più netta, invece, la superiorità dei Sony nella gestione del movimento – un aspetto che secondo noi è particolarmente importante e che si deve tutto al processore di Sony e ai software sviluppati dall’azienda.

Questo televisore, prevedibilmente, dà il meglio di sé con il cinema: avviate un film in 4K da una fonte qualsiasi, e potreste non sentire la mancanza di un cinema – soprattutto se avete anche un sistema home-theatre nella stanza.

Software

Sony conferma nuovamente la propria scelta di usare Android TV, che apprezziamo molto. Questo software ormai è maturo, stabile ed ergonomico – soprattutto con la potente piattaforma hardware si questo Sony A9.

L’interfaccia forse è meno elegante rispetto a quelle proposte da Samsung o LG, ma è anche più ordinata e funzionale, priva di elementi dalla dubbia utilità e con una homepage facile da comprendere anche per i meno avvezzi ai dispositivi moderni.

Il parco di applicazioni è vasto e completo e, grazie proprio al fatto che si tratta di Android TV, potrete accedere a molte app di televisioni estere che non troverete sui Samsung o sugli LG. Se guardate abitualmente piattaforme tedesche, spagnole o di altri paesi, è un dettaglio da tenere in considerazione.

E se qualcosa dovesse mancare, probabilmente potrete compensare usando le funzioni di streaming integrate, Google Chromecast ed Apple AirPlay2.

Audio

Il Sony KD-48A9 offre la stessa tecnologia Acoustic Surface Audio vista sul Sony A8 e sul Sony AG9, il che è notevole considerando le dimensioni più compatte. Ed è sicuramente un piacere avere un televisore dalle eccellenti prestazioni video, che fa altrettanto bene dal punto di vista audio.

Dobbiamo comunque ricordare che parliamo di prestazioni eccellenti per un televisore. Questo Sony A9 integra attuatori sotto allo schermo e subwoofer, che generano un suono ricco, pieno e ben posizionato nello spazio.

Le prestazioni sono alla pari con una soundbar di fascia media (prodotti da 600-800 euro circa) e nettamente superiori a quelle tipiche di un televisore. Sono meglio anche rispetto all’LG CX48 ma non di molto. È sicuramente un risultato fantastico, e moltissime persone saranno soddisfatte delle prestazioni audio senza sentire il bisogno di prendere un dispositivo a parte.

Il volume massimo è molto alto, ma anche al massimo resta pulito e privo di distorsioni, con i suoni ben separati. Al contrario, abbassando il parlato resta sempre comprensibile, un aspetto da tenere in considerazione per chi ama guardare la TV mentre qualcun altro è a letto.

Conclusioni

Il Sony A9 48 KD-48A9 è un televisore fantastico, con ogni probabilità il migliore 48 pollici mai prodotto. Se cercate la migliore esperienza possibile nel guardare i film, ma in un formato compatto, è la scelta migliore. Al momento però costa circa 1.800 euro, quindi è il 48 pollici più costoso in circolazione – costa anche più di alcuni eccellenti 55 pollici.

Detto questo, è anche piuttosto costoso. Ci vorranno infatti circa 200 euro in più rispetto all’LG CX48, ed è una differenza difficile da giustificare: per molti aspetti il Sony è superiore, ma non così tanto da investirci di più.

 

Inoltre il Sony A9 non ha una porta HDMI 2.1 e non permette di giocare in 4K/120 FPS con le nuove console. Il che sembra un’assurdità visto che Sony è anche il produttore di PS5, e con questa scelta si allontana dai suoi fan.

Almeno da alcuni, perché chiaramente il gioco a 4K/120 FPS non è l’unico dettaglio rilevante quando si parla delle nuove console. Anzi, probabilmente è uno di quelli meno importanti, e per ogni altra cosa questo Sony A9 è anche un eccellente TV per il gaming, quindi alla fine andrà bene anche per i gamer che preferiscono avere un televisore eccellente anche per gli altri aspetti, magari rinunciando a quel singolo dettaglio.

Se cercate un televisore non troppo grande ma che offra il meglio che si possa avere da un televisore, è senza dubbio il Sony A9 48 KD-48A9

Sony A9 OLED


Il Sony A9 48 KD-48A9 è il miglior TV da 48” mai realizzato, tranne che per un dettaglio è il miglior televisore da 48” in circolazione, per qualità dell’immagine e prestazioni generali. Ma è anche il più costoso e non ha una porta HDMI 2.1, due difetti che potrebbero penalizzarlo sensibilmente.

Pro

  • Qualità dell’immagine impressionante
  • Upscaling
  • Suono
  • Software velocissimo

Contro

  • Porta caos nel catalogo Sony
  • Costoso per essere un 48”
  • Manca HDMI 2.1