e-Gov

Renzi mette a calendario l’Agenda Digitale

Il Documento di Economia e Finanza (DEF) del 2014, presentato ieri dal premier Renzi e dal Ministro Padoan, include anche la roadmap per l'Agenda Digitale. Il documento arriverà alle Camere lunedì per le audizioni, dopodiché la votazione avverrà il 17 aprile.

Di fatto dovrebbe essere giunto l'atteso sblocco per tutti i progetti digitali: dall'Open Data alla fatturazione elettronica, fino ad arrivare all'identità digitale. I primi impegni riguarderanno la digitalizzazione della PA e la fatturazione, che dovrebbero avviare i motori da maggio 2014.

Agenda Digitale

"La Programmazione dei Fondi Europei per il 2014-2020 dovrà supportare queste strategie, attraverso il rafforzamento della capacità amministrativa necessaria ad assicurarne una piena attuazione", sottolinea il DEF.

Dopodiché è prevista anche la dematerializzazione delle ricette mediche cartacee per tutto il territorio nazionale, in modo da contenere la spesa e migliorare i controlli. Poi si parla della maggiore diffusione del Wi-Fi negli istituti scolastici, integrazione del digitale in ambito didattico e attenzione all'uso delle risorse open source.

A maggio sarà poi inaugurata la piattaforma tecnologica per attuare il progetto "Garanzia Giovani", nato per informare e orientare sulla formazione e lavoro.

Proseguirà il lavoro con i Contaminations Lab del MIUR e sulle startup.

Infine per quanto riguarda la cabina di regia dell'Agenda Digitale si sa ancora poco. L'unica certezza è che saranno coinvolte persone esperte del settore e le competenze verranno divise tra Palazzo Chigi e Ministero della PA. Il futuro sostituto di Francesco Caio potrebbe essere Agostino Ragosa, ma con un ruolo più di collegamento con l'Unione Europea che di super commissario.