e-Gov

Rewind: 25 anni di Commodore 64 e il robot con gli orgasmi

Torniamo ancora a ripercorrere la storia recente del mondo Hi-tech, rivedendo gli articoli pubblicati negli scorsi anni su Tom's Hardware. Se ci seguite sui social media (Facebook, Google+ e Twitter) potete rintracciare questi post seguendo l'hashtag #tomshwstory.

9 dicembre: Nuovi indizi di un SO Google, e nuove speculazioni. All'epoca si registravano connessioni dagli uffici di Google dalle quali era stato deliberatamente cancellata un'informazione, cioè il sistema operativo. Di lì a poco sarebbe arrivato Chrome OS.

10 dicembre 2007Il Commodore 64 compie 25 anni. Questo computer è diventato un mito e ber ragioni più che buone. Sono in molti ad averlo posseduto, e per tante persone è stato il primo computer per giocare, imparare a programmare, tenere i conti di casa e altro. Il ricordo del mangianastri è uno dei più belli che abbiamo.

11 dicembre 2006: Vista, laptop e wireless: possibili problemi? Windows Vista non è certo tra i migliori successi di Microsoft, a causa dei molti problemi che ha dato ai propri utenti. In questa occasione era la stessa azienda ad avvisare: sui portatili aumentavano i consumi.

12 dicembre 2008: PhysX non è open e morirà, parola di AMD. Le ultime parole famose, e ne abbiamo sentite tante di questo tono. I rappresentanti di AMD attaccavano la concorrenza, rea di aver creato un prodotto chiuso, a differenza di loro che avevano scelto l'open source. Cinque anni dopo, PhysX è ancora qui.

13 dicembre 2007: Windows Live Messenger per cellulari. All'epoca la possibilità di usare Messenger su un telefono cellulare ci sembrava ai limiti della fantascienza. D'altra parte l'iPhone era uscito da pochissimo e pochi potevano immaginare un mondo fatto di Whatsapp, Viber, WeChat, Skype e così via.

14 dicembre 2008: Steam Hardware Survey, si gioca con Nvidia e Intel. Cinque anni fa Valve certificava che la maggior parte dei giocatori PC preferiva CPU Intel abbinata a GPU Nvidia. Probabilmente è ancora così, ma stanno per arrivare le Steam Machine a rimischiare le carte in tavola.

15 dicembre 2008: Aiko, la ragazza robot con l'orgasmo programmabile. Negli ultimi anni lo sviluppo di robot umanoidi ha fatto passi da gigante, e Aiko ne è una prova più che evidente. Poteva fare molte cose, ma aveva anche un dettaglio piccante che suscitò molto interesse.