Sicurezza

Rewind: la carta di credito con lo schermo e la tastiera

Ripercorriamo la settimana dal 16 al 22 giugno nella storia di Tom's Hardware, per scoprire prodotti che sembravano memorabili ma che si dimostrarono meteore, fatti memorabili e approfondimenti che ancora oggi hanno un certo interesse. Vi ricordate tutto o vi sentite nostalgici? Seguite l'hashtag #tomshwstory sui social network!

Visa PIN Card, la prima carta con display

Nel 2008 sembrava una buona idea, o almeno una su cui valeva la pena indagare. Si tratta della carta Vista dotata di display e tastiera: in teoria andava inserito un PIN segreto ogni volta per assicurarsi che a usarla era il legittimo proprietario. In effetti sembra interessante ancora oggi, peccato che non abbia presto piede.

Guitar Hero 4, ma quanto mi costi?

Guitar Hero è uno di quei giochi attorno a cui è nata una comunità di grandi appassionati. Un amore profondo ma non illimitato, e infatti nel 2008 il pubblico prese piuttosto male i prezzi per Guitar Hero 4. Tra gioco e accessori per divertirsi con questo titolo c'è da sborsare una cifra da capogiro!

eBay rende felici gli italiani più furbi

Oggi eBay non è più tanto famosa e usata quanto accadeva nel 2009, quando emerse che c'erano decine di migliaia di italiani che erano riusciti ad arricchirsi grazie al sito di aste online. Il fatturato in totale si avvicinava ai 300.000 euro. Davvero tanti, e ci chiedevamo all'epoca se tutti questi venditori stessero pagando tutte le tasse dovute.

YouTube si localizza e sbarca in Italia

Oggi YouTube in Italia è una realtà consolidata, e ci sono moltissimi nostri connazionale che riescono a produrre da questo sito un bel gruzzoletto ogni mese. Ma non è sempre stato così, anzi solo sette anni fa YouTube non aveva nemmeno una versione locale e tradotta – ma non per questo non c'era nessuno in Italia che lo usasse.

Porsche presenta un cellulare da 1600 dollari

I cellulari di lusso sono sempre esistiti, anche nel 2007 – quando in molto restarono di stucco di fronte ai 600 dollari necessari per comprarsi un iPhone. Lo stesso anno Porche ne proponeva uno che ne costava esattamente mille in più: era il tipo di oggetto fatto per quei clienti che traggono soddisfazione nel possedere cose che la maggior parte degli altri non si possono permettere.

Nuovo record velocistico per il trasferimento

Ecco una di quelle notizie che, messa in prospettiva, ci fa capire quanto in fretta si muova la tecnologia. Dieci anni fa infatti si celebrava il fatto che si fossero trasferiti 840 GB di dati in 27 minuti, su una distanza di 10.000 miglia. Oggi è ancora un risultato impossibile per una connessione ordinaria, ma quel record è stato battuto più volte ormai.

Nuova falla per Firefox, IE e non solo

Il tempo passa ma le falle abbondano sempre. Nel 2005 come oggi, infatti, ogni tanto saltavano fuori nuove falle in questo o quel software. In questo case Secunia riuscì a scovare un problema che riguardava Internet Explorer, Firefox, Camino, Opera e Safari. Praticamente tutti i browser più usati al momento.