Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Riciclare la plastica… per fare altra plastica. L’idea rivoluzionaria di un’azienda canadese

La plastica come sappiamo costituisce un grave problema ambientale. Spesso non viene riciclata, ma anche quando viene fatto l'operazione è onerosa dal punto di vista energetico e ambientale. Ecco perché un'azienda canadese ha messo a punto un nuovo sistema che produce plastica da altra plastica.

Plastica, uno dei più gravi problemi ambientali di tutti i tempi. Ma Loop Industries, un’azienda canadese, potrebbe avere la soluzione: un nuovo sistema di riciclo, economico e sostenibile, che recupera la plastica impiegandola per realizzare… altra plastica, realizzando così una sorta di anello virtuoso chiuso, in cui non si consuma nuovo petrolio per produrre plastica, né si consuma tutta l’energia richiesta normalmente dagli attuali metodi di riciclo.

Come sappiamo, i rifiuti plastici possono impiegare anche 1000 anni per decomporsi, mentre annualmente i produttori consumano tra gli 80 e i 120 miliardi di dollari in ‎‎combustibili fossili‎‎ per fabbricare oggetti di plastica monouso, come le bottiglie di acqua. Certo, la plastica è attualmente riciclabile, ad esempio è impiegata per la realizzazione di capi in pile. Tuttavia ‎il processo richiede energia supplementare che contribuisce ad aumentare i consumi energetici, rilasciando nell’atmosfera una maggior quantità di ‎‎gas serra, colpevoli del cambiamento climatico in atto.

Loop Industries invece, anziché ‎utilizzare petrolio e gas naturale, prende oggetti in plastica già esistenti e altri contenenti fibra di poliestere, come tappeti e magliette, e li scompone per trasformarli nuovamente in plastica, da utilizzare per altri prodotti. Un processo che richiede molta meno energia del riciclaggio convenzionale e aiuta a ridurre i gas serra. ‎

“Non solo stiamo usando rifiuti plastici, ma stiamo utilizzando rifiuti plastici che oggi non hanno alcun valore, quelle che finiscono nei nostri fiumi, mari e discariche, perché nessuno può fare nulla con il materiale”, ha commentato Daniel Solomita, Presidente, Amministratore Delegato e fondatore di Loop Industries, in un’intervista rilasciata a Business Insider. “Nel nostro ciclo invece prendiamo materiali dal valore molto modesto per creare un prodotto di alto valore”.

Il tutto è reso possibile da un catalizzatore sviluppato e brevettato dall’azienda stessa, che consente di scindere i compositi complessi nei loro monomeri di base, DMT (Dimetil tereftalato) e MEG (glicole etilenico). Questi ultimi vengono poi purificati per eliminare eventuali additivi e poi impiegati per produrre PET (polietilene tereftalato), ossia la materia di base per molti prodotti plastici. ‎I prodotti finiti di Loop attualmente sono già utilizzati da Evian, Coca-Cola e Pepsi, mentre l’azienda sta costruendo il suo primo impianto statunitense nella Carolina del sud. ‎