Telco

Roaming UE a costo zero su voce, SMS e dati per 4 mesi

Ieri i rappresentanti degli stati membri UE hanno approvato la proposta che consentirà di abolire il roaming infranazionale a partire dal 15 giugno 2017.Non resta che attendere l'ultimo tassello, ovvero stabilire le tariffe all'ingrosso che dovranno pagarsi vicendevolmente gli operatori. Le negoziazioni tra Parlamento UE e Stati Membri inizieranno questa settimana.

roaming 2

"Questo voto ci permette di adottare in via formale la proposta sull'uso corretto (fair use) e il meccanismo di sostenibilità in linea con i nostri obblighi di rispettare la scadenza del 15 dicembre", ha dichiarato Andrus Ansip, commissario europeo per il Mercato unico digitale.

Si parla di "roam come a casa", ovvero la possibilità di pagare le chiamate, gli SMS e il traffico dati come se si fosse nel proprio paese.

esempi
Esempi al centro di dibattito

Gli elementi chiave sono la residenza ma anche il "legame stabile" con un paese. Già, perché si è tenuto conto anche di chi lavora o studia all'estero. Gli operatori non faranno pagare alcuna tariffa di roaming per 4 mesi (e fino a un massimo di ulteriori 14 giorni); oltre questa soglia allerteranno i clienti e potranno imporre tariffe supplementari. Le cifre in ballo, oggetto di dibattito, dovranno essere comunque di poco superiori a quelle all'ingrosso.

Confronta le migliore tariffe mobile »

L'obiettivo è quello di ridurre al minimo il rischio di abusi, ovvero che qualcuno approfitti di tariffe estere vantaggiose nel proprio paese di residenza.