Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Robot dai muscoli “soffici” solleva 1000 volte il suo peso

Muscoli "soffici" e scheletro pieghevole ispirato agli origami: è la ricetta dei ricercatori del MIT e di Harvard per realizzare muscoli robotici in grado di sollevare fino a 1000 volte il proprio peso.

Realizzare un braccio robotico che sia flessibile e versatile come un arto umano ma al tempo stesso dotato di grande forza è un'impresa più difficile di quanto si possa immaginare. Per molto tempo si è lavorato sulla cosiddetta "robotica soffice" in cui cioè gli arti robotici, grazie all'impiego di uno scheletro posto all'interno di un involucro morbido, offrivano grande flessibilità, tuttavia erano assai deboli. Ora però, grazie a un team congiunto di ricercatori del MIT e di Harvard potremmo essere alla svolta: è stato realizzato infatti un innovativo braccio robotico soffice ma al contempo in grado di sollevare fino a 1000 volte il proprio peso.

Il risultato è stato ottenuto adottando uno scheletro "pieghevole" ispirato all'Origami giapponese, l'arte di piegare la carta per darle mille forme, posto all'interno di un rivestimento morbido e sigillato, che può essere riempito d'aria o di liquido. Quando la pressione all'interno della sacca viene ridotta tramite una pompa elettrica, l'intera struttura dell'involucro collassa e si contrae, applicando una forza elevatissima, al tempo stesso flessibile ma anche in grado di sollevare pesi considerevoli.

blue snake arm crop

Questa tipologia di robot "soffici" ha diverse potenzialità e grazie alle sue caratteristiche peculiari può essere utilizzata sia nei magazzini, per sollevare pesi considerevoli, sia per manipolare oggetti fragili o delicati, una capacità difficile da ottenere con i tradizionali robot meccanici. Anche questa soluzione comunque ha i suoi lati negativi, il principale è che ovviamente il tipo di movimenti che può essere eseguito dipende esclusivamente dalla struttura dell'arto e una volta realizzata non è possibile cambiarla o "riprogrammarla".

Certo, è possibile utilizzare algoritmi per individuare Origami in grado di piegarsi in tutte le direzioni, i muscoli inoltre possono essere realizzati con materiali economici e leggeri, facili da riparare e forme diverse possono essere combinate assieme per svolgere più funzioni. Secondo i ricercatori inoltre sarebbe anche possibile realizzare esoscheletri leggeri da indossare per migliorare le prestazioni degli esseri umani. Insomma, le possibilità sono infinite, ora bisognerà vedere se riusciranno ad affermarsi sul mercato.