Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Satelliti COSMO-SkyMed controlleranno le scuole italiane

Oltre 40mila plessi scolastici italiani saranno sorvegliati dai satelliti della costellazione COSMO-SkyMed al fine di verificare l'eventuale presenza di movimenti significativi legati a terremoti o dissesto idrogeologico. È stata così esaudita la richiesta del Ministro dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti presentata al presidente dell'ASI Roberto Battiston e a quello del CNR Massimo Inguscio. […]

Oltre 40mila plessi scolastici italiani saranno sorvegliati dai satelliti della costellazione COSMO-SkyMed al fine di verificare l'eventuale presenza di movimenti significativi legati a terremoti o dissesto idrogeologico. È stata così esaudita la richiesta del Ministro dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti presentata al presidente dell'ASI Roberto Battiston e a quello del CNR Massimo Inguscio. "Ho chiesto la collaborazione di ASI e CNR per far partire una mappatura satellitare delle nostre scuole. 40 mila edifici saranno fotografati attraverso la costellazione, una bella sinergia a servizio della scuola".

COSMO-SkyMed (COnstellation of small Satellites for Mediterranean basin Observation) è un sistema civile e militare di satelliti radar di osservazione terrestre, che è stato promosso dall'Agenzia Spaziale Italiana e dal Ministero della Difesa. Viene impiegato per la prevenzione di disastri ambientali, per la sicurezza, e per lo studio della superficie terrestre. Per esempio, in occasione del terremoto in Abruzzo, ha continuato ad acquisire immagini per conto della Protezione Civile con l'obiettivo di rilevare nei dettagli gli spostamenti che stavano avvenendo sul terreno.

COSMO Skymed
COSMO Skymed

All'atto pratico COSMO-SkyMed consiste in una costellazione di quattro satelliti identici, dotati di radar ad apertura sintetica (SAR) che lavorano in banda X, e che pertanto sono in grado di "vedere" attraverso le nuvole e in assenza di luce solare. Il sistema è in grado di effettuare fino a 450 riprese al giorno della superficie terrestre, pari a 1.800 immagini radar ogni 24 ore.

COSMO-SkyMed è la componente italiana del sistema europeo Copernicus, ed è realizzato dall'azienda italiana Thales Alenia Space.  I dati sono a beneficio di utenti civili (istituzionali e commerciali) e militari, che condividono le risorse secondo precise regole. La responsabilità delle infrastrutture e della gestione in orbita è di Telespazio, mentre la base che riceve i segnali satellitari è a Pratica di mare.

Lancio di COSMO SkyMed 2 con vettore Delta II, dalla base USAF di Vandenberg l'8 dicembre 2007. Crediti U.S. Air Force/Mike Moran
Lancio di COSMO SkyMed l'8 dicembre 2007. Crediti: U.S. Air Force/Mike Moran

Il coinvolgimento delle scuole nelle attività di monitoraggio di COSMO-SkyMed dovrebbe dare maggiori sicurezze circa lo stato di salute degli edifici e i rischi a cui potrebbero essere soggetti docenti e alunni.


Tom's Consiglia

Volete essere sicuri che nessuno vi rubi nulla a scuola? Chiudete lo zaino con il lucchetto antiruggine Kyerivs a combinazione!