Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Sette brevi lezioni di fisica: che la passione per la Scienza sia con voi

Se comprate Sette brevi lezioni di fisica lo leggerete in meno di un giorno e metterete nella lista dei desideri altri libri sull'argomento. Scommettiamo?

Spiegare la Relatività generale o la teoria dei quanti a chi è del tutto a digiuno di nozioni è un'impresa epica, ma Carlo Rovelli ci è riuscito molto bene. Talmente bene che Sette Brevi lezioni di fisica, nonostante l'argomento spinoso, è fra i 10 libri più venduti in Italia. La curiosità è donna e non ho resistito alla tentazione di leggerlo, più che altro per capire il perché di questo successo che ha stupito tutti, attirando anche l'attenzione all'estero.

Sette Brevi lezioni di fisica

La fisica, inutile prendersi in giro, è un argomento spinoso e mi è capitato spesso, nei testi e nelle app divulgative, di trovare un eccesso di semplificazione che rende alcuni concetti comprensibili anche a mia figlia di 5 anni. Allo stesso tempo banalizza talmente l'argomento da far svanire il quadro generale. Per esempio mi è successo di arrivare alla fine di una lezione sulla Relatività con ben impresso il paradosso dei gemelli, senza saper dire (sulla base di quello che avevo letto) cosa diavolo sia la relatività. Brutta cosa.

Dall'altra parte ci sono tomi ben fatti ma del tutto incomprensibili a chi non ha studiato qualcosa di più dei fondamenti. Sette brevi lezioni di fisica è la giusta via di mezzo e non stupisce che a scriverlo sia stato uno scienziato che insegna all'università, e mi viene da dire con passione. Perché fra le righe emerge la voglia di interessare il pubblico con una narrazione competente ma tutt'altro che noiosa, e di una lunghezza tale da non far scadere la soglia di attenzione prima della fine. Del libro, non del capitolo! Del resto non è un caso che i contenuti siano stati trattati dall'autore in una rubrica di successo su Il Sole 24 Ore.

Il libro ha poche pagine, 88 in tutto, e me lo sono "mangiato" in una mattinata perché sono sapientemente ripartite in sette capitoletti di 15-16 pagine ciascuno. Geniale l'idea di legarli fra loro con un filo logico che non solo ne facilita la comprensione ma invoglia a leggere. Avete presente quando v'immergete in un romanzo d'avventura, vi ripromettete di interrompere la lettura alla fine del capitolo, poi vi ritrovate a leggere quello successivo, e quello dopo ancora? Ecco, questo è Sette brevi lezioni di fisica.

Si parte dalle idee rivoluzionarie di un giovane Einstein, con la sua teoria della Relatività, per arrivare all'architettura dell'Universo passando per la teoria dei quanti, le particelle elementari e i buchi neri.  Si toccano argomenti come il Big Bang, la radiazione cosmica, gli esperimenti di Planck, il modello standard e molto altro. Il bello è che quando si arriva alla fine non si resta con una serie di mini nozioni appese nel nulla, ma con un'idea generale ben a fuoco – anche se non approfondita nei dettagli – di quello che ci circonda e di come gli scienziati l'hanno capito, che poi è il fine ultimo della scienza.

Sette brevi lezioni di fisica - Formato Kindle Sette brevi lezioni di fisica – Formato Kindle

Per chi vuole approfondire gli spunti sono migliaia, e anche se si parte con l'idea che 88 pagine sono più che sufficienti per archiviare la pratica, alla fine ci si ritrova a spulciare gli ebook online per vedere se c'è qualcosa di più su quello o su quell'altro particolare.

Non solo: se dopo averlo letto vi (ri)vedete Interstellar ne capirete la grande utilità. Spero che anche gli altri libri di Rovelli arrivino in formato ebook perché ce ne sono un paio che non vedo l'ora di leggere!

Per vedere tutti gli altri libri recensiti in questa rubrica fate clic qui.