e-Gov

Sinba ottiene 250mila euro dal talent Mediaset dedicato alle startup

Sinba è la startup torinese che grazie alla partecipazione all'edizione italiana di Shark Tank, il Business Talent Show di Mediaset, ha portato a casa 250mila euro di investimento per il suo progetto. Ha svelato un  innovativo sistema di pagamento, pensato per facilitare l'esperienza d'acquisto eliminando le code ed i tempi di attesa alle casse.

sinba

Ma cos'ha convinto i giudici Gianluca Dettori (Dpixel), Mariarita Costanza (Macnil Gruppo Zucchetti), Gianpietro Vigorelli (pubblicitario e padre del rapper dei Club Dogo Jake La Furia), Fabio Cannavale ( LastMinute.com) e Luciano Bonetti (Foppapedretti)?

Sinba ha sviluppato un'app che consente in negozio di inquadrare i codice a barre dei prodotti con la fotocamera dello smartphone. Dopodiché con uno scatto vengono inseriti automaticamente nel carrello dell'applicazione, e l'utente può procedere al pagamento, utilizzando uno dei sistemi scelti al momento della registrazione (carta di credito, bancomat, bonifico). Una volta conclusa l'operazione, sul display del telefono apparirà un codice da far leggere ad un lettore ottico collegato ad una stampante situata in una cassa dedicata che stamperà lo scontrino o la fattura fiscale. Insomma, con una corsia preferenziale non si fa più coda in negozio.

shark

La novità in questo momento è in fase di test presso un punto vendita del centro di Torino. "L'obiettivo è quello di terminare i test e partire entro Natale 2015, in modo da sfruttare la congestione dei punti vendita nel periodo natalizio e l'aumento degli acquisti", puntualizza la nota ufficiale.

"Siamo entusiasti della possibilità che ci è stata data, e che finalmente anche la televisione utilizzi i suoi potenti mezzi per promuovere l'innovazione ed i giovani imprenditori italiani. Siamo convinti che con la giusta motivazione e con il lavoro, i migliori progetti imprenditoriali abbiano la possibilità di nascere ed espandersi partendo anche dal nostro paese", ha dichiarato Andrea Visconti, CEO e co-fondatore di Sinba.

"Con Dettori abbiamo già avuto modo di confrontarci diverse volte sul piano di sviluppo di Sinba, e anche gli altri Sharks si sono resi disponibili ad aiutare a titolo gratuito lo sviluppo della nostra società per aiutarla ad emergere prima nel territorio italiano e poi a livello internazionale".