Tom's Hardware Italia
e-Gov

Skateboard elettrici sognando Ritorno al Futuro Parte II

Si fa strada negli USA la moda degli skateboard elettrici.

È tempo di darsi una mossa perché entro l'anno prossimo dovremo avere in circolazione degli skateboard volanti, o per meglio dire degli hoverboard. Sempre che "Ritorno al Futuro Parte II" si possa considerare una fonte affidabile (ovviamente sì). Ben venga quindi una nuova ondata di skateboard elettrici, che prendiamo come un segno di buona volontà.

L'ultimo arrivato in ordine di tempo è il Marbel Board, che a differenza di altre tavole motorizzate sembra quasi uno skateboard normale a prima vista, almeno agli occhi di un profano. Pesa 4,5 Kg – meno dei suoi concorrenti – e vanta un design davvero molto compatto, nonostante la presenza di motore e batteria. Ha un po' meno autonomia di altri modelli, ma può spingersi fino a 32 Km orari, e riesce anche a portare il passeggero in salita. Al momento è su Kickstarter ma sarà proposto al pubblico per poco più di 1000 dollari.

Ci sono poi le tavole di Boosted Boards, che al momento si possono prenotare per circa 2.000 dollari. È un oggetto piuttosto voluminoso perché integra un motore potente e una batteria voluminosa. Ha anche un telecomando per il controllo della velocità, e la batteria si ricarica quando si decelera – come in alcune auto elettriche. Anche in questo caso la velocità massima è 32 Km/h. L'autonomia non è altissima, solo qualche chilometro, ma è pur sempre uno skateboard che si può spingere nel modo classico.

È della partita anche ZBoards, che propone ben tre modelli tra i 650 e i 1.200 dollari. Tutti hanno un motore da 400 W ma cambiano la velocità massima, la dimensione della batteria, il peso e altri dettagli. Sono tutti oggetti interessanti ma nessuno di essi è fantastico come l'hoverboard del film. Pazienza, abbiamo fino alla fine del 2015 prima di arrenderci alla dura realtà.