IoT

Smart Home economica? Possibile, grazie a TP-Link Tapo

TP-Link non è nuova nel mondo della Smart Home: da tempo l’azienda offre prodotti di qualità che ci semplificano la vita, permettendoci di automatizzare alcune operazioni e di gestire tutta la nostra casa attraverso gli assistenti vocali più comuni, come Google Assistant e Amazon Alexa. Inoltre, ha recentemente lanciato una nuova linea di dispositivi smart, denominata Tapo, pensata e progettata principalmente per raggiungere quell’utenza che è incuriosita da questo mondo, ma che allo stesso tempo non vuole spendere centinaia e centinaia di euro per rendere la propria casa intelligente.

Noi di Tom’s Hardware abbiamo avuto l’opportunità di provare tre dispositivi appartenenti a questa famiglia di prodotti: la presa smart Tapo P100la lampadina intelligente Tapo L510E e l’IP cam Tapo C200. Nell’articolo andremo a raccontarvi la nostra esperienza con ognuno di questi prodotti, parlandovi di vari aspetti come la semplicità d’uso e il livello di integrazione nella nostra Smart Home.

Tapo P100

Iniziamo dalla presa smart Tapo P100. Si tratta di un prodotto estremamente compatto, molto più piccolo di tanti altri della stessa categoria. È un aspetto che abbiamo apprezzato da subito in quanto, anche inserendo P100 in una schuko, le prese adiacenti restano libere ed è possibile collegare altre spine con facilità. Si tratta di un dettaglio non da poco visto che, se trascurato, va inevitabilmente a limitare le nostre possibilità di alimentare più dispositivi dalla stessa presa.

La configurazione viene fatta tramite l’app Tapo, disponibile sia per Android che per iOS (rispettivamente tramite Play Store e App Store). La smart plug Tapo P100 funziona alla perfezione sia con Google Home che con Amazon Alexa: per abilitare l’integrazione sarà sufficiente collegare sullo smartphone l’applicazione Tapo con quella di Google o Amazon.

App presa
App presa

Nelle nostre prove abbiamo utilizzato la smart plug per gestire un softbox, ossia una luce fotografica. L’applicazione mette a disposizione diverse opzioni per la gestione di Tapo P100, come la possibilità di impostare un timer di spegnimento o programmare quando accendere e spegnere la presa. Non manca poi la funzionalità “fuori casa”, che accende e spegne in maniera casuale il dispositivo collegato per simulare la nostra presenza in casa. Sul lato troviamo infine un pulsante di accensione e spegnimento, molto comodo per gestire Tapo P100 quando non si ha lo smartphone a portata di mano.

Tapo C200

Abbiamo posizionato la IP cam Tapo C200 in salotto, per monitorare l’entrata di casa. Anche qui la configurazione avviene tramite l’app Tapo ed è facile e intuitiva: basta collegare la camera alla corrente, aggiungere il dispositivo all’applicazione e seguire la procedura guidata. Dopo pochi minuti Tapo C200 sarà del tutto operativa e pronta all’uso.

Ovviamente l’IP cam viene gestita tramite applicazione ed è possibile spostare l’inquadratura muovendosi sull’asse verticale e orizzontale, registrare filmati e scattare foto. Tapo C200 è inoltre in grado di rilevare l’audio tramite il microfono integrato e di registrare video (sia in alta che in bassa definizione) e foto direttamente su una scheda MicroSD.

Queste funzionalità sono abbastanza comuni alla gran parte delle IP cam, ma non rappresentano tutto quello che Tapo C200 è capace di offrire. È possibile ad esempio comunicare tramite la camera usando l’app, come se fosse un walkie-talkie, grazie all’altoparlante integrato. Possiamo poi attivare una funzione di rilevazione del movimento, che fa scattare una sirena d’allarme e invia una notifica al telefono quando qualcosa passa nel raggio d’azione di Tapo C200.

App camera
App camera
App camera
App camera
App camera
App camera

Troviamo inoltre la modalità notturna, la possibilità di impostare posizioni predefinite, che permettono di risparmiare tempo nel cambio di visuale, e l’opzione per creare un vero e proprio pannello di videosorveglianza, che consente di aggiungere fino a quattro camere differenti e di averle sott’occhio tutte contemporaneamente. Non manca ovviamente la modalità privacy, che disattiva lo streaming e le registrazioni su Tapo C200.

Un’altra funzionalità molto comoda della IP cam, visto soprattutto il periodo particolare in cui ci troviamo, è la possibilità di utilizzarla come webcam: in questo modo sarà possibile partecipare alle varie riunioni e videoconferenze anche se il proprio PC ne è sprovvisto, senza dover per forza utilizzare lo smartphone.

Per farlo, vi basterà seguire tre semplici step. Inizialmente dovrete creare l’URL, necessario per accedere alla telecamera Tapo con software di terze parti: la base da cui partire è “rtsp://username:password@IP Address:554/stream1” per un flusso video in HD e “rtsp://username:password@IP Address:554/stream2” per un video in SD.

Come potete intuire, dovrete andare a sostituire i campi “username”, “password” e “IP Address” all’interno dell’URL con quelli relativi alla vostra Tapo C200. I primi due campi vanno creati direttamente dall’app, mentre l’indirizzo IP è recuperabile nelle impostazioni della IP cam, sempre all’interno dell’app.

Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam

Conclusa quest’azione, non dovrete far altro che associare la vostra IP cam a un software di terze parti, come SplitCam. Il processo è abbastanza semplice e qui sotto vi lasciamo delle immagini che vi guideranno nei vari passaggi.

Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam
 
Guida IP cam - webcam

L’ultimo step sarà quello di selezionare il software di terze parti all’interno delle app di videoconferenza come Zoom, Skype o Google Meet. Anche in questo caso vi basterà selezionare la voce dal menu, ma in caso di dubbi vi lasciamo qui sotto degli screenshot esplicativi.

Guida IP cam - webcam
Guida IP cam - webcam

Nel caso non riusciate a completare correttamente la procedura, non disperate: TP-Link mette a disposizione una guida dettagliata e passo-passo, consultabile a questo indirizzo.

Tapo L510E

Anche la lampadina smart Tapo L510E si integra perfettamente nell’ecosistema TP-Link Tapo. La configurazione tramite applicazione è praticamente immediata e, anche in questo caso, abbiamo un’ottima integrazione con i dispositivi Google Home e Amazon Echo; grazie agli assistenti vocali potremo accendere e spegnere il dispositivo e regolare l’intensità luminosa, specificandone la percentuale.

App lampadina
App lampadina
App lampadina
 
App lampadina

Come per i prodotti precedenti, l’app Tapo mette a disposizione diverse funzioni utili per la gestione della lampadina, come un timer di accensione e spegnimento, un sistema di programmazione giornaliera e settimanale e la modalità “fuori casa” che, come accadeva con la presa Tapo P100, accende e spegne in maniera casuale il dispositivo in modo da simulare la nostra presenza all’interno dell’abitazione.

Tramite l’app possiamo inoltre visualizzare il tempo di utilizzo, il consumo e il risparmio energetico, questi ultimi espressi in KWh. Segnaliamo che la versione da noi provata non permetteva di regolare il colore della luce, ma a breve TP-Link rilascerà una lampadina appartenente alla gamma Tapo dotata di illuminazione RGB.

Conclusioni

Abbiamo visto che i prodotti della famiglia Tapo offrono caratteristiche tecniche e funzionalità interessanti, ma a che prezzo? Come detto in apertura si tratta di una gamma dedicata a chi vuole spendere poco: la presa smart Tapo P100 è disponibile a 15 euro, mentre la IP cam Tapo C200 è acquistabile a circa 35 euro. La lampadina Tapo L510E invece è sul mercato al prezzo di 15 euro.

Plus non da poco, che caratterizza la famiglia di prodotti Tapo, è che tutti i dispositivi sono raccolti in un’unica app. Non è un aspetto poi così scontato, dato che spesso ci si ritrova a gestire le varie parti della propria Smart Home con applicazioni diverse; per farvi un esempio pratico, nel nostro caso prese, luci e assistenti che usiamo abitualmente vengono controllati con quattro applicazioni differenti.

Siamo abituati ormai da tempo ad avere dispositivi smart in casa e sappiamo bene che i prodotti che riescono a coniugare prezzo accessibile e buone prestazioni non sono poi molti, soprattutto se aggiungiamo all’equazione un software valido che non abbia problemi di funzionamento. Questo kit Tapo soddisfa appieno tutti questi punti: è facile da usare e configurare, si integra alla perfezione con i principali assistenti vocali e, forse la cosa più importante, ha un prezzo accessibile.

In conclusione si tratta quindi di un’ottima scelta per chiunque voglia iniziare a sperimentare il funzionamento di una Smart Home, cominciando a creare la propria casa intelligente nella sua versione più economica, senza dover necessariamente ricorrere a dispositivi di scarsa qualità e a mille brand diversi per farlo.