e-Gov

SMAU 2004 – aspettiamo il 2005

Pagina 1: SMAU 2004 – aspettiamo il 2005

SMAU 2004 – si pensa già al 2005

Anche quest’anno è finita e alle 16 di lunedì ci mancava poco che i sospiri di sollievo scoperchiassero i vari padiglioni – che comunque avevano già resistito ai copiosi sbadigli.
Alfredo Cazzola, Presidente di SMAU già pensa all’edizione 2005, per la quale si medita “un progetto condiviso che imprima una svolta alla manifestazione… partendo dalle esigenze delle imprese che sono il nostro vero patrimonio”.

In pratica la prossima edizione di SMAU avrà tre anime: E-Government, Business e Consumer, con tre aree e tre zone di accesso differenziate.
Anche quest’anno, in teoria, il giovedì sarebbe dovuto essere un giorno dedicato ai soli professionisti – tanto è vero che durante quella giornata all’ingresso dei padiglioni, veniva richiesto di esibire il biglietto “operatore”.
Peccato che stazioni, metrò e ogni metro quadro nei dintorni delle porte d’ingresso fossero assediati da bagarini che vendevano i nobili biglietti operatore all’ottimo prezzo di 5 euro.

Se veramente deve esserci una svolta, fra un anno questo non deve più accadere e gli ingressi devono essere selezionati. Per esempio, l’organizzazione si vanta per aver rilasciato 2755 accrediti stampa. Stimando un 10% di frequentazione estera, secondo voi ci sono in Italia tanti giornalisti?

Dove abbiamo passato gli ultimi 5 giorni quindi? Quasi esclusivamente in sala Sala Stampa, il luogo più interessante di SMAU. È lì che si possono trovare tutti i grandi produttori, che espongano o meno. E stiamo parlando di nomi del calibro di AMD, Intel, Logitech, che non potevamo fare a meno di intervistare.