Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Sound Blaster E5, l’amplificatore per tutto e tutti

La Sound Blaster E5 è un DAC USB ad alta risoluzione dotato di batteria integrata per amplificare una coppia di cuffie con impedenza fino a 600 Ohm

Sound Blaster E5

71PwbSfQ6%2BL  SL1350

Acquistare la cuffia dei propri sogni può riservare qualche brutta sorpresa. Specialmente se vogliamo ascoltarla utilizzando come amplificatore quello integrato nel nostro smartphone. Potremmo trovarci con delle cuffie che non offrono abbastanza potenza.

Non è assolutamente colpa delle cuffie, quanto della ridotta potenza dell'amplificatore integrato nel nostro smartphone. In questi casi la soluzione è affidarsi a un amplificatore come il Sound Blaster E5, capace di pilotare anche una coppia di cuffie con impedenza fino a 600 Ohm.

Hardware

Il cuore del Sound Blaster E5 è il convertitore analogico-digitale (DAC) Cirrus Logic CS5361 da 114 dB e 192 kHz a 24bit, che consente di riprodurre musica tramite USB collegato a PC, Mac o smartphone Android e iOS.

01 DSC 8608

Tramite l'ingresso ottico digitale possiamo collegarci anche a lettori multimediali ad alta definizione, alle console di gioco e anche ai televisori dotati di uscite digitali. Il cavo ottico è in dotazione, così come quello USB, tra l'altro accattivante alla vista data la colorazione rosso acceso che richiama la finitura della manopola del volume.

Manca però un cavo minijack stereo per collegare una sorgente senza uscite digitali. Nella nostra prova abbiamo usato infatti il cavo del microfono Rode Videomic per collegare una sorgente all'ingresso analogico. Sarebbe stato bello trovare nella dotazione di serie anche un cavo USB corto, utile quando si tengono uniti amplificatore e smartphone.

Ci vengono in aiuto in questa configurazione "da viaggio" due elastici neri in dotazione. L'ultimo pezzo che troviamo nella confezione è un supporto da tavolo, utile per rivolgere i microfoni verso di noi. La Sound Blaster E5 integra infatti ben tre microfoni, di cui due sempre attivi in base all'orientamento dell'amplificatore.

05 DSC 8618

Lavorando in coppia i microfoni garantiscono un'ottima riduzione dei rumori ambientali, permettendo di farci sentire distintamente dal nostro interlocutore. Questo ovviamente è possibile collegando l'amplificatore allo smartphone come se fosse un auricolare Bluetooth.

In questo modo il tasto SBX serve per rispondere alle chiamate, mentre in fase di ascolto serve per attivare o meno gli effetti. Sulla sinistra c'è il tasto di accensione, per l'abbinamento Bluetooth (pressione 2 secondi ) e per lo spegnimento (pressione 4 secondi). Sulla destra troviamo il selettore del guadagno (Gain): serve impostarlo a H (+15dB) con cuffie ad alta impedenza.

L'unico altro controllo è la manopola del volume. Peccato che sia priva di riferimenti: finché non indosseremo le cuffie non sapremo se il volume impostato è troppo alto o basso. La manopola può essere premuta attivando il mute. Purtroppo al mute non corrisponde la pausa della sorgente, funzione solitamente presente nella maggioranza dei DAC.

Ai lati della manopola del volume abbiamo le due uscite cuffie, entrambe jack 3.5mm. Sarebbe stato meglio se una delle due fosse stata jack 6.3mm, in modo da poter collegare senza adattatori le cuffie professionali.

04 DSC 8616
02 DSC 8613
03 DSC 8615

Infine sul lato destro troviamo le tre spie che ci indicano lo stato della batteria integrata. Un batteria che richiede circa 8 ore per una ricarica dalla presa USB del computer, ma che garantisce d'altro canto un'autonomia in mobilità di sempre 8 ore.

Ascolto

La prima impressione con il prodotto non è stata entusiasmante. Appena aperta la confezione abbiamo collegato l'E5 via USB a uno smartphone Samsung Galaxy S7 e a un paio di cuffie HifiMan HE-400i. Il tutto ha subito funzionato, ma il volume era troppo basso indipendentemente dalle impostazioni.

Abbiamo quindi provato a installare l'ultima versione del firmware disponibile sul sito Creative. L'aggiornamento ha risolto i problemi, garantendoci un volume più che sufficiente a rovinarci i timpani.

08 Screenshot 20161126 110525
09 Screenshot 20161126 110536
10 Screenshot 20161126 110547
11 Screenshot 20161126 110604
12 Screenshot 20161126 110618
13 Screenshot 20161126 110712

Siamo poi passati alle Beyerdynamic DT100, cuffie utilizzate negli studi di registrazione di tutto il mondo, caratterizzat da un'impedenza di 400 Ohm. La Sound Blaster E5 riesce a pilotarla senza il minimo problema.

La qualità sonora è inoltre fuori discussione, con qualsiasi genere musicale. Possiamo divertirci a personalizzare il suono tramite l'app dedicata Sound Blaster Central. Nella nostra prova d'ascolto abbiamo apprezzato in particolare la funzione Crystalizer, che consente di focalizzare maggiormente gli strumenti sul palcoscenico.

Conclusioni

La Sound Blaster E5 si è dimostrata un piccolo coltellino svizzero musicale, data la sua versatilità sia di collegamento che di utilizzo. Possiamo usarla come DAC, come amplificatore cuffie, come microfono vivavoce.

07 DSC 8623

Possiamo poi collegarla letteralmente a qualsiasi sorgente, dalla radiolina FM anni '80 al televisore di ultima generazione, o da un paio di cuffiette da 5 Euro fino a delle magneto planari da 500 Euro.

Consigliata quindi a chiunque voglia godersi la propria musica sia a casa che in viaggio.