Tom's Hardware Italia
Telco

Sparkle (Telecom Italia) roaming 5G, accordo con Etisalat per il Medio Oriente

Sparkle ha abilitato il roaming 5G tra Europa e Medio Oriente grazie a un accordo con l'operatore Emirates Telecommunications Corporation.

Sparkle, l’operatore di servizi wholesale internazionali di Telecom Italia, ha confermato di aver abilitato un’interconnessione di roaming dati 5G tra TIM ed Etisalat (Emirates Telecommunications Corporation) aprendo la strada a nuove attività tra Europa e Medio Oriente.

“Grazie agli avanzati strumenti di monitoraggio e alle interconnessioni di prossimità delle sue soluzioni IPX e Diameter, Sparkle offre connettività dati 5G ad alta velocità, resiliente e a bassa latenza tra Italia ed Emirati Arabi, permettendo ai clienti mobili di TIM ed Etisalat di accedere ai servizi 5G anche all’estero”, spiega Sparkle.

Da ricordare che il roaming internazionale 5G è destinato a diventare sempre più strategico considerando le implicazioni nei settori multimediale, automobilistico, logistico e dei trasporti. Fornire un servizio di connettività senza interruzioni è una priorità.

“L’interconnessione di roaming dati con TIM ed Etisalat apre la strada al roaming 5G a livello globale e rappresenta un importante passo in avanti per la comunità mobile in vista di Expo 2020 Dubai, l’esposizione universale che si svolgerà negli Emirati Arabi Uniti da ottobre 2020 ad aprile 2021”, ricorda l’operatore wholesale, ormai leader in Italia e ottavo nel mondo grazie a una rete proprietaria in fibra che si estende per circa 530.000 km attraverso Europa, Africa, le Americhe e Asia.

Secondo l’AD di Sparkle, Mario Di Mauro, si conferma la leadership “nel settore del roaming con l’offerta di soluzioni mobili che garantiscono massima qualità e time-to-market “.

“Il 5G aprirà la strada a nuovi servizi e opportunità; la nostra ambizione è di essere precursori nell’aiutare gli operatori mobili a soddisfare le esigenze dei clienti fornendo, anche quando visitano un altro paese, lo stesso livello di servizio che sperimentano a casa”.