Tom's Hardware Italia
e-Gov

Startup italiane: Barcheyacht.it per la vacanza in barca

Barcheyacht.it è un servizio online che consente di organizzare una vacanza in barca a vela o su mezzi a motore. Abbiamo intervistato il fondatore della startup Nicola Davanzo.

"Startup Italiane di successo" questa settimana si occupa di Barcheyacht.it, un servizio online per noleggiare barche o comunque organizzare vacanze in barca a vela o a motore. In alcuni casi si ha anche a disposizione lo skipper. Insomma, le opzioni non mancano per vivere un'esperienza in mare più economica di quanto si creda e alla portata di tutti. Intervistiamo il fondatore Nicola Davanzo.

Startup italiane di successo

La rubrica è completamente dedicata alle nuove realtà imprenditoriali emergenti, ovviamente legate al mondo della tecnologia e del digitale. Ogni settimana Tom's Hardware darà visibilità a una startup e il suo fondatore, nella speranza che altri giovani possano trarre ispirazione. E magari qualche business angel o venture capital si metta una mano sul cuore e un'altra al portafogli. Scrivetemi a dario.delia@tomshw.it.

Perché a 50 anni dalla morte di John Fitzgerald Kennedy c'è una frase del discorso del suo insediamento che è ancora carica valore e forza propulsiva. "Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese".

Pronti. Partenza. Via!


Presentati

Mi chiamo Nicola, ho 28 anni e nel 2013 ho fondato Barcheyacht Srl, di cui oggi sono presidente. Dopo gli studi in economia ho iniziato ad occuparmi di comunicazione nel settore nautico, partecipando all'America's Cup con Mascalzone Latino e poi come ufficio stampa di Luna Rossa Challenge. Nel 2008 ho fondato la Numa Italia, ampliando negli anni il portfolio clienti nel settore nautico e turistico. Fin da piccolo ho iniziato a navigare, regatando sulle derive e diventando poi istruttore della Federazione Italiana Vela. 

Nicola Davanzo


Presenta la tua startup

Barcheyacht.it è un sito web dedicato alla prenotazione e creazione di vacanze in barca, ideato con lo scopo di semplificare la ricerca e la raccolta di informazioni per la creazione di vacanza in barca. Basta scegliere dove navigare, le date in cui si vuole partire, il tipo di barca (a vela o a motore), il budget massimo di spesa e in pochi click l’utente visualizzerà una lista con le tutte le proposte di vacanza presenti sul sito. Inoltre, grazie al confronto di oltre 10.000 modelli di imbarcazioni, alla completezza dei dati relativi alle offerte e agli itinerari di viaggio, Barcheyacht.it consente anche ai neofiti di approcciarsi per la prima volta al mondo della vacanza in barca. 

Barcheyacht


La più grande difficoltà che hai incontrato nello sviluppo del tuo progetto

Nel creare Barcheyacht abbiamo potuto constatare quanto fosse profondo il digital divide degli operatori del settore della nautica; hanno poca dimestichezza con gli strumenti tecnologici e sono molto restii ad utilizzare le opportunità offerte dalla Rete. Abbiamo avuto qualche difficoltà iniziale nel coinvolgerli a 360° nelle nostre attività ma, in fondo, lo scopo che ha portato a creare Barcheyacht era proprio quello di superare la frammentarietà dell'offerta.  


Un consiglio per tutti gli startupper

Credo sia importante puntare non semplicemente sull'originalità del prodotto ma, soprattutto, cercare di dare un valore aggiunto alla propria idea. Un'idea valida e un team affiatato sono il vero valore aggiunto, inoltre è fondamentale concentrarsi sul prodotto mettendo in preventivo un consueto allungamento delle tempistiche…

 


Un errore da non fare

Non bisogna intestardirsi nel mantenere intatta l’idea originale ma avere la forza di volontà di rimettersi ogni giorno a lavoro per ricalibrarne, modificare o eliminarne alcuni aspetti. Nella quotidianità delle nostre attività ci stiamo rendendo conto, anche grazie al feedback degli utenti e dei partner, di quanti e quali nuove possibilità possono aggiungersi al nostro modello di business. 


Cosa cambiare in questo paese per favorire le startup

In questi anni è stato fatto molto per le startup; l'abbattimento dell'IRAP, così come è successo in Lombardia, potrebbe essere un incentivo da offrire a chi inizia un percorso imprenditoriale, così come bisogna agire con importanti politiche di promozione e sostegno al lavoro per poter mettere gli imprenditori nella condizione di valorizzare i migliori talenti.

Lo staff


Tre motivi per continuare a fare impresa e credere nel Made in Italy

Facendo riferimento alla nostra esperienza personale posso dire che in Italia abbiamo trovato tutto quello che ci serviva per poter dar vita a una realtà concreta. Io e Marco (Vascotto) avevamo un'idea, Area Science Park (ovvero lo Stato) ha scelto di entrare in società e rischiare con noi, una volta che dall'idea si è passati al prodotto una banca ha scelto di supportare l'impresa: dobbiamo veramente chiederci se in Italia non si può fare impresa?


Puntate precedenti: