e-Gov

Startup italiane di successo: Inventia, leader nel mondo

"Startup Italiane di successo" questa settimana si occupa di Inventia, una startup che ha sviluppato una tecnologia di video comunicazione che replica la presenza umana a distanza attraverso chioschi, totem e postazioni video assistite. Intervistiamo il fondatore Andrea Cinelli.

Startup italiane di successo

La rubrica è completamente dedicata alle nuove realtà imprenditoriali emergenti, ovviamente legate al mondo della tecnologia e del digitale. Ogni settimana Tom's Hardware darà visibilità a una startup e il suo fondatore, nella speranza che altri giovani possano trarre ispirazione. E magari qualche business angel o venture capital si metta una mano sul cuore e un'altra al portafogli. Scrivetemi a dario.delia@tomshw.it.

Perché a 50 anni dalla morte di John Fitzgerald Kennedy c'è una frase del discorso del suo insediamento che è ancora carica valore e forza propulsiva. "Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese".

Pronti. Partenza. Via!


Presentati

Io sono Andrea Cinelli e sono nato a Livorno 49 anni fa. Ho studiato Giurisprudenza presso l'Università di Pisa ed ho conseguito un Master of Business Administration (MBA) presso la Scuola Superiore San'tAnna di Pisa. Ma a prescindere dai miei studi posso definirmi un "figlio del Commodore 64": durante i miei studi ho avuto modo a fine anni '70 di conoscere il mondo dell'informatica attraverso macchine stupende come lo ZX Spectrum ed il mitico Commodore 64 dove ho imparato a programmare ed a conoscere l'informatica diventandone presto un adepto e comprendendo come quella sarebbe stata la mia vera strada.

Da allora è passato poco tempo ed ho fondato prima una testata giornalistica (Politeia) e poi uno studio di consulenza Internet tra i primissimi in Italia che ha avuto un grande successo, prima nella mia città natale (Livorno) dove abbiamo realizzato la prima rete Internet dell'azienda Trasporti Livornese, poi della Regione Toscana fino ad approdare, quasi per caso, al mercato corporate conquistando come clienti grandi imprese italiane specializzandoci da subito, anche grazie alla vicinanza con l'Università di Pisa ed il suo dipartimento d'Informatica, in sicurezza informatica. Erano gli anni dei primi antivirus e dei primi firewall.

Inventia

Non esisteva ancora il web e per inviare un email dovevi conoscere un pochino di Unix con dei comandi e delle stringhe da comporre. Tempi mitici irripetibili, la preistoria della rete italiana, quando al massimo c'erano le BBS di Agorà e McLink. Lo Studio Cinelli & Associati ben presto ha suscitato l'attenzione del media finendo per essere citato su giornali come Il Corriere della Sera ("3 Giovani Livornesi s’inventano il lavoro"), Panorama, Famiglia Cristiana, ed anche TV con RAI MIXER Giovani e la troupe della Rai che ci filmò in azione, Ambra su Canale 5, ed anche la radio RAI 1 con il programma BIT.

Ad inizi anni '90 ho ceduto l’azienda ad una importante software house della sicurezza informatica e sono approdato in California in Trend Micro e poi in Apple passando 4 anni nella Silicon Valley nell'era in cui Mosaic, Yahoo e Netscape stavano nascendo.

Tornato in Italia ho ricoperto ruoli di senior e top management in grandi aziende italiane ed internazionali, partendo da CDC Point Spa dove ho lanciato la prima linea di offerta internet consumer italiana in competizione con l'allora leader Tin.it e IOL Italia Online.

Posso dire di essere stato tra i pionieri dell'internet italiano. Approdato come direttore Internet Consumer in Infostrada spa nel 1998 ho lanciato il primo servizio di connettività internet gratuita nazionale, Libero Infostrada, ed il più grande portale italiano, Libero.it

Per poi approdare al mondo della telefonia mobile in Omnitel, poi Vodafone, vivendo il lancio dei primi servizi a valore aggiunto in mobilità, i cosiddetti VAS, come direttore marketing Consumer lanciando prodotti usati da milioni di persone come la famosa Omnitel Christmas Card e le famose promozioni Autoricaricabili, i primi giochi e servizi Vas europei e la community Vodafone Live.

Nel 2002 sono approdato in Wind Telecomunicazioni dove ho lanciato l’offerta VAS Eureka e poi in Telecom Italia dove ho diretto lo start up del portale broadband RossoAlice.it e dell'offerta Alice. In Telecom Italia ho ricoperto vari ruoli manageriali, nel marketing consumer e business con esperienze di grande successo fino anche alla realizzazione della nuova rete di vendita TIM nel 2010 con oltre 2000 nuovi punti vendita aperti in un solo anno con il nuovo look and feel di TIM.

Dopo una piccola esperienza in Engineering dopo di che ho fondato Inventia nel 2012 sostenuto da un fondo inglese con l'obiettivo di creare un nuovo modello di retail e di punto vendita, dove al relazione umana potesse essere esaltata dal digitale attraverso una tecnologia che potesse consentire ad un operatore di essere praticamente ovunque e di fare le stesse cose che farebbe dal vivo: creare quindi un nuovo modello di retail che denominiamo Street Commerce.


Presenta la tua startup

Inventia è una start up milanese nata nel 2012 che ha sviluppato una tecnologia di video comunicazione assistitita denominata proprietaria Connect che è specifica per il mondo retail. Inventia ha depositivato oltre 15 brevetti industriali attorno alla tecnologia Connect.

È la prima tecnologia di video comunicazione assistita nativa per il retail. In sintesi riesce a consentire, adattandosi a qualsiasi connettività presente dal 3G alla Fibra offrendo diversi tipi di qualità dalla VGA all'HD, ad un operatore da remoto, anche a distanza di migliaia di chilometri, di gestire interi cicli di vendita, di Crm o promozionali tele-comandando dei device (oltre 45 diversi) che vengono installati sui chioschi, totem e postazioni in-door video specialistiche che realizziamo o che certifichiamo compatibili alla nostra tecnologia.

La tecnologia

A fianco a questa cosa abbiamo creato una linea di chioschi, totem e postazioni in door che chiamiamo Fast Shop, Fast Desk e Fast Specialist che consentono di portare ovunque, per strada o in una banca o in centro commerciale il video specialista fino a creare una vera e propria generazione di punti vendita.

È attraverso queste soluzioni che Inventia ha, prima al mondo, creato il primo sportello bancario video assistito per vari istituti bancari tra cui Extrabanca Spa capaci di gestire dall’ apertura di un cc ad un bonifico alla consegna del carnet d’assegni o del bancomat e con firma digitala avanzata a norma di legge.

Ed è sulla base di queste soluzioni che Inventia sta per lanciare per 3 Italia, Wind e Telecom Italia i primi negozi di telefonia mobile video assistiti che consentiranno di attivare linee mobili attraverso un video operatore a norma di legge con la consegna fisica anche dalla SIM tramite un sistema robotizzato di dispenser elettronico tele gestito dall'operatore.


La più grande difficoltà che hai incontrato nello sviluppo del tuo progetto

Abbiamo lanciato Inventia forse nel peggiore periodo possibile della storia italiana data la crisi che da diversi anni avvolge il nostro paese con un sistema che non consente realmente lo sviluppo di start up, privo di incentivazioni fiscali e con sistema bancario che osteggia lo sviluppo di start up non consentendone la naturale evoluzione. Nonostante questo ce la stiamo facendo anche grazie alla bontà della nostra intuizione e soluzione che attualmente è ancora unica in Italia.

Personalizzazione

Altra difficoltà è stata far comprendere come soluzioni di video comunicazioni assistita siano il futuro del retail che non può più permettersi di non essere efficiente e diffuso senza incrementare i propri costi commerciali. Quando ho iniziato a parlarne circa 2 anni fa molti mi prendevano per un pazzo nonostante la mia storia personale. Oggi ci ammirano e ci inseguono. Questo perché abbiamo colto una esigenza intuendola prima che si verificasse: ad esempio le banche non possono continuare ad avere eccesso di personale e filiali poco produttive.

Con la nostra soluzione un dipendente bancario di Bari potrà aprire un conto corrente ad un cliente di genova nei momenti liberi senza modificare quello che fa abitualmente quando ha un cliente idavanti nella realtà. Massima efficienza. Inoltre una nostra soluzione costa circa 1000 volte in meno di aprire una piccola filiale bancaria. In sintesi con quello che una banca risparmia aprendo una filiale in meno presidia 1000 location in più offrendo i medesimi servizi. Questo poi lo applichiamo su tutti i settori del retail, dalle telco alla PA, alle utilities…


Un consiglio per tutti gli startupper

Non aprire una start up in Italia? Forse sarebbe il miglior consiglio. Tornando indietro forse ci penserei due volte. Ma se posso dare un consiglio il primo è quello di non mollare mai e di insistere fino in fondo nel proprosito anche quando tutto sembra andare contro. Circostanza che accadrà almeno il 99,9% delle volte.


Un errore da non fare

Rimandare la brevettazione delle proprie idee. Se si hanno 2 euro brevettare è un must per garantirsi un futuro. Come anche evitare di investire nello sviluppo commerciale prima di non avere un prodotto stabile. Quando si va sul mercato si deve essere concreti e con un prodotto stabile.


Cosa cambiare in questo paese per favorire le startup

  • consentire alle start up di assumere  per almeno 3 anni senza dover pagare tutti gli oneri fiscali dei dipendenti
  • consentire alle start up di godere di un regime fiscale differenziato: ad esempio pagamento dell'IVA per cassa e non per competenza che è una grande cattiveria
  • favorire il supporto del sistema bancario alle start up con prestiti garantiti altrimenti nessun banca presterà 1 € ad una start up
  • sviluppare un sistema serio di venture capitalist, che oggi non c’è realmente

Tre motivi per continuare a fare impresa e credere nel Made in Italy

Perché siamo unici e ce ne accorgiamo quando parliamo e ci confrontiamo con il mondo esterno. La nostra capacità creativa e ideativa è unica al mondo e non siamo inferiori a nessuno. Il nostro talento creativo è imbattibile. Se avessimo i mezzi ed evitassimo di sprecare risorse gettandole al vento, come anche se evitassimo di continuare a bistrattare il nostro splendido paese che ha insegnato al mondo tantissimo, saremmo il paese più ricco al mondo.


Puntate precedenti: