Tom's Hardware Italia
e-Gov

Startup italiane di successo: restOpolis

restOpolis è un servizio che consente di prenotare il ristorante preferito online e in tempo reale, senza necessità di conferma da parte del ristorante stesso. Il fondatore Almir Ambeskovic racconta la sua storia.

"Startup Italiane di successo" questa settimana si occupa di restOpolis, una startup che ha realizzato un servizio che consente di prenotare il ristorante preferito online, senza necessità di conferma da parte del ristorante stesso. Intervistiamo il fondatore Almir Ambeskovic.

Startup italiane di successo

La rubrica è completamente dedicata alle nuove realtà imprenditoriali emergenti, ovviamente legate al mondo della tecnologia e del digitale. Ogni settimana Tom's Hardware darà visibilità a una startup e il suo fondatore, nella speranza che altri giovani possano trarre ispirazione. E magari qualche business angel o venture capital si metta una mano sul cuore e un'altra al portafogli. Scrivetemi a dario.delia@tomshw.it.

Perché a 50 anni dalla morte di John Fitzgerald Kennedy c'è una frase del discorso del suo insediamento che è ancora carica valore e forza propulsiva. "Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese".

Pronti. Partenza. Via!


Presentati

Mi chiamo Almir Ambeskovic e sono uno dei fondatori nonché Amministratore Delegato di restOpolis. Sono nato a Sarajevo nel 1977 e molto giovane sono venuto a vivere in Italia con la mia famiglia. A 20 anni ho fondato la mia prima azienda, nel settore della consulenza IT. Successivamente, nel 2002 ho fondato una nuova società IT, il cui core business era un sistema gestionale per il settore editoriale rapidamente divenuto leader per la distribuzione di libri all'ingrosso in Italia.

Nel 2008 fondo Virtual Valley, una rete di aziende IT giovani e innovative di cui sono attualmente presidente. Mi sono anche occupato di televisione: nel 2012 ho ideato e condotto la trasmissione televisiva Startup Time sul canale "TopTech" di Telelombarda, la prima a trattare esclusivamente il tema delle startup. Oltre a dedicarmi oggi al progetto restOpolis, sono attualmente anche vice-presidente del gruppo giovani imprenditori di Assolombarda, con la delega alle startup.

 Almir Ambeskovic 


Presenta la tua startup

restOpolis è il principale servizio in Italia che consente di prenotare il ristorante preferito online e in tempo reale, senza necessità di conferma da parte del ristorante stesso. Gli utenti ricercano i locali affiliati a restOpolis filtrando determinati parametri: dalla città al tipo di cucina, dalla specialità della casa al giorno in cui si vuole prenotare, passando per altre caratteristiche come promozioni a prezzi scontati, fascia di prezzo e servizi aggiuntivi.

Attualmente, è possibile scegliere tra oltre 800 ristoranti in Italia, con un numero maggiore a Milano, Roma e Torino, ma presente in totale su 60 città su tutto il territorio italiano.

Il servizio è del tutto gratuito e non comporta alcun tipo di sovrapprezzo rispetto a quanto si andrà a spendere al ristorante prescelto. Il guadagno per restOpolis viene da una commissione riconosciuta dal ristorante su ogni coperto prenotato ed effettivamente consumato.

Infatti, si tratta di uno strumento utile non solo per chi vuole andare a mangiare fuori, a anche per il mondo della ristorazione: i ristoranti diventano veri e propri partner di restOpolis, avendo a loro diposizione un servizio di comunicazione integrata attraverso tale piattaforma e altri strumenti disponibili. Inoltre, la portata della comunicazione per i ristoratori viene poi ulteriormente accresciuta grazie alle partnership che restOpolis ha siglato con realtà quali Ticket Restaurant, l'Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo, le app City1Tap TIM Social, MilanoCard, Vivimilano.it, DoveViaggi.it, Viaggi24, Secretary.it e Italiaatavola.net, che integrano il suo servizio di prenotazione all'interno dei loro portali.

restOpolis

restOpolis nasce circa 2 anni fa, l'11 febbraio 2011. La decisione di investire in restOpolis è nata esaminando un business model proposto da un venture capitalist e ricevuto a sua volta da Carlalberto Guglielminotti e Andrea Rossi che stavano frequentando un master alla Bocconi. Abbiamo visto le potenzialità e deciso di supportare questa idea, aiutandoli a trasformarla in business e da li è partita la mia avventura insieme all’altro socio fondatore Antonio Sorrentini, già socio fondatore di Last Minute Tour) dopo che abbiamo visto un potenziale di mercato dell’idea originaria proposta loro da Carlalberto Guglielminotti e Andrea Rossi, poi usciti dalla società.


La più grande difficoltà che hai incontrato nello sviluppo del tuo progetto

Cambiare la mentalità dei ristoratori italiani! Mentre in altri paesi il mercato del booking online dei ristoranti è ormai consolidato, qui in Italia – pur essendoci un altissimo potenziale – è stato complesso riuscire a porre le giuste basi per fare percepire il potenziale di internet al mondo della ristorazione. Oggi possiamo dire di avere fatto una bella opera di "educazione" e, dai riscontri che ci arrivano dai nostri ristoranti affiliati, che questo mercato sta davvero ingranando!

restOpolis


Un consiglio per tutti gli startupper

Prima di tutto di crederci. È fondamentale perché i risultati all'inizio arrivano sempre dopo le più pessimistiche attese. Credendoci fortemente è più facile portare pazienza e attendere il momento giusto per fare il grande salto. L'altro consiglio è quello di rivedere ogni tanto il proprio modello di business. In alcuni casi il pivot è fondamentale e delle volte il cambiamento può essere anche radicale. 


Un errore da non fare

È fondamentale concentrarsi sul business e non sul funding. È diventata una moda quella di essere finanziati e spesse volte distoglie l'imprenditore dal vero focus: fare business!


Cosa cambiare in questo paese per favorire le startup

Direi la mentalità, anche se sembra utopico. Tutti devono capire che le startup sono un'opportunità di business per chi fa l'imprenditore, d'investimento per chi ha dei risparmi, di lavoro per chi cerca un’occupazione e, infine, di miglioramento dello stile di vita per tutti.


Tre motivi per continuare a fare impresa e credere nel Made in Italy

L'Italia è il paese più bello del mondo che si distingue nella sua storia per la creatività e l’originalità. Ciò significa che è una culla di menti e di cultura i quali indirizzati bene sono in grado di fare qualcosa di straordinario. L'Italia ha tutti gli ingredienti, va soltanto definita una direzione più chiara e precisa per mescolarli e riuscirci. Inoltre, ha dei margini di miglioramento enormi che significa che semplicemente avvicinandoci ad altri paesi come Germania, Francia, Inghilterra può avere dei tassi di crescita spaventosi. 


Puntate precedenti: